Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Calli dei Piedi, dimmi in quali punti compaiono e ti dirò come stai

I calli generano fastidio, e la loro presenza è legata non tanto ad una calzatura poco comoda, come solitamente si crede, quanto ad una serie di malesseri che li possono determinare.

di Daniele Lisi

06 Ottobre 2015





Piedi callosiCalli dei Piedi, dimmi in quali punti compaiono e ti dirò come stai. Secondo la riflessologia plantare tutti gli organi sono riflessi nel piede e quindi è possibile operare su di essi semplicemente esercitando delle sapienti pressioni nei punti giusti, quelli cui corrispondono gli organo che hanno bisogno d’aiuto. Per i calli la situazione è abbastanza simile, in quanto questi ultimi sono direttamente contatto con le terminazioni nervose che, nel piede, sono un numero notevole. È evidente quindi che un callo genera fastidio, dolore, e la sua presenza è legata non tanto ad una calzatura poco comoda, come solitamente si crede, quanto ad una serie di malesseri che li possono determinare. Ovviamente una scarpa stretta accelera il processo, lo rende ancor più evidente, ma non è essa a determinare la presenza di uno o più calli. Il piede, proprio per il fatto di essere la parte maggiormente innervata dell’organismo, è una delle parti anatomiche più importanti in quanto, oltre tutto, deve sostenere il corpo intero, deve consentirgli di spostarsi più o meno velocemente, deve sopportare il peso del corpo anche se questo è decisamente elevato.

Il callo, come detto in precedenza, è in contatto con le terminazioni nervose mentre le callosità sono semplicemente degli ispessimenti cutanei che oltre tutto non provocano dolore. L’energia che fluisce nella pianta dei piedi e nelle dita, se incontra una callosità, viene in qualche modo bloccata, per cui è importante capire quali possano essere gli organi in difficoltà che hanno determinato la loro presenza così da poter intervenire per rimuovere la causa e, quindi, anche l’effetto. Le cause sono solitamente emotive o anche legate all’alimentazione, per cui conoscere il legame che vi è tra localizzazione del callo e causa è importante per far sì che questi spariscano.



Riflessologia plantareQui si entra in un ambito che alcuni terapeuti ritengono essere importante per la comprensione di ciò che determina la presenza di un callo ai piedi. Se questo si presenta nella parte centrale dell’alluce vuol dire che esistono dei conflitti con l’autorità in generale. Nello specifico, se la callosità è presente sull’alluce sinistro, potrebbe voler dire che non si è risolto il conflitto che un po’ tutti i figli hanno con l’autorità paterna in un preciso periodo della loro vita, quindi legato all’infanzia. Se invece la callosità interessa l’alluce del piede destro, questo vuol dire che il disagio è legato all’età adulta e che si vivono con difficoltà tutte quelle situazioni che rendono una persona dipendente, che deve quindi sempre risponde del suo operato a qualcuno al di sopra di lui.

Altro discorso poi per le falangi delle dita. Tutte le dita dei piedi hanno 3 falangi ad eccezione dell’alluce che ne ha 2. La prima falange, quella più vicina al resto del piede, rappresenta il collegamento con la terra e corrisponde alla parte del corpo che va dall’ombelico in giù. La seconda falange è invece legata alla parte del corpo compresa tra ombelico e diaframma. La terza falange, infine, che rappresenta il collegamento con il cielo, corrisponde alla parte del corpo che va dal diaframma in su ed è quindi legata più delle altre all’emotività, perché comprende cuore, respiro, polmoni, cervello e quindi stress, ansie e via dicendo.

Un callo sul primo dito indicherebbe un conflitto irrisolto con se stessi, come un Callieccessivo e continuo controllo delle emozioni, che non lascia spazio alla spontaneità quindi anche nei rapporti interpersonali. Un callo sul secondo dito indica una generale difficoltà a realizzarsi, a dare significato alla propria esistenza. Un callo sul terzo dito è tipico delle persone che sono in conflitto con i propri valori e che quindi sono anche in difficoltà nel prendere le decisioni. Un callo sul quarto dito indica una certa difficoltà nell’ambito affettivo e, infine, un callo sul quinto dito indica una certa difficoltà nel dare spazio al proprio istinto.

Leggi anche

Seguici