Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Antibiotici naturali, perché medici e case farmaceutiche ce li tengono nascosti?

Gli antibiotici sono una delle grandi scoperte scientifiche dell’era contemporanea e hanno contribuito ad innalzare le aspettative di vita. Esistono però anche degli antibiotici naturali che non vengono adeguatamente sfruttati per volontà delle grandi case di produzione e delle industrie del settore

di Redazione

01 Ottobre 2015





Antibiotici naturali, perché medici e case farmaceutiche ce li tengono nascosti?

In natura si trovano dei potenti antibiotici naturali che, al momento, sono scarsamente valorizzati ed impiegati.

Gli antibiotici naturali vengono tenuti nascosti e preferiti quelli prodotti a livello industriale anche perché, ancora, non si conoscono esattamente i campi di applicazione e le possibili controindicazioni. Le motivazioni che portano le case farmaceutiche ed i medici a ricorrere ad antibiotici chimici sono molteplici e riguardano probabilmente anche l’aspetto economico. Infatti, non di rado, gli studi sulle potenzialità degli antibiotici naturali non vengono effettuati perché non è possibile ottenerne un vantaggio economico.

Negli ultimi decenni, l’abuso di antibiotici ha portato ad una riduzione della loro efficacia, di cui si è parlato a livello internazionale anche di recente. I virus sono diventati sempre più resistenti e, quindi, anche molto più difficili da combattere con pericolose conseguenze per la salute. A rendere gli antibiotici sempre più deboli nei confronti dei germi responsabili delle infezioni è la scorretta abitudine di non seguire attentamente la posologia. Un altro errore molto diffuso riguarda l’abitudine dell’auto prescrizione che, spesso, riguarda dei casi in cui questa categoria di farmaci non è necessaria.



Antibiotici naturali, perché medici e case farmaceutiche ce li tengono nascosti? Fra i tanti antibiotici naturali, molti si trovano comunemente negli orti e nelle nostre cucine; come l’aglio che ha spiccate proprietà antivirali; per godere dei suoi benefici è importante consumarlo crudo. L’aglio rinforza il sistema immunitario e vanta proprietà antifungine. Poco valorizzate anche le proprietà antibiotiche del limone che combatte il mal di gola ed il raffreddore, migliorando la capacità umana di difendersi dagli attacchi di batteri e germi.

Altrettanto potente è l’olio di origano e lo zenzero, il tubero noto anche come ginger. Lo zenzero è un aiuto efficace per combattere le infiammazioni delle prime vie respiratorie e della gola; è utile per abbassare la febbre e contrastare l’influenza.

Un antibiotico naturale troppo spesso trascurato è la propoli che può essere utilizzata contro vari batteri e virus. La propoli aiuta in caso di tonsilliti, febbre, tosse ed herpes labiale. Inoltre, è molto utile per rinforzare le difese immunitarie.

Leggi anche

Seguici