Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Metodo efficace per Scoprire a quali Cibi sei Intollerante

I sintomi più frequenti delle intolleranze alimentari sono stanchezza, gonfiore, mal di testa, eczemi cutanei, nausea e problemi intestinali. Sono determinate dall’assunzione di alcuni alimenti in particolare come, per esempio, il latte, alcune tipologie di frutta, cioccolato, lievito ma anche vino e grano

di Redazione

03 Settembre 2015





Metodo efficace per Scoprire a quali Cibi sei Intollerante

Le intolleranze alimentari si differenziano dalle allergie perché provocano conseguenze meno gravi e si possono manifestare anche dopo parecchie ore.

Il metodo efficace per scoprire a quali cibi si è intollerante esiste e può essere provato con grande semplicità da tutti. La prima regola è cercare di consumare pasti semplici e con pochi cibi prendendo nota di eventuali reazioni avverse,come cefalea, arrossamenti cutanei, colite o meteorismo.

Per scoprire a quali cibi si è intollerante è importante compilare un diario alimentare quotidiano nel quale prendere nota di cosa si mangia in ogni singolo pasto; è però fondamentale riportare anche la comparsa di eventuali sintomi allergici, cercando di individuare la causa scatenante. Dopo aver individuato quali sono i prodotti che provocano l’allergia è necessario evitarli per circa una settimana, così che il corpo si possa disintossicare. Al termine di questa pausa bisogna provare a reintrodurre un cibo alla volta, con cautela ed in piccole dosi. Nel caso in cui si tratti di più alimenti è importante non consumarli in contemporanea ma far trascorrere qualche giorno.



Metodo efficace per Scoprire a quali Cibi sei Intollerante Individuare un’intolleranza è molto facile se si osservano dei sintomi specifici quando si consumano determinati alimenti. Nella maggioranza dei casi, si accusa gonfiore, eczemi, stanchezza, mal di testa e debolezza.

Le intolleranze possono comparire in maniera improvvisa per motivi psicologici o fisici ma anche in seguito a particolari patologie. Si scatenano quando si introducono alimenti particolari, come accade con i lievitati.

I cibi che solitamente provocano le reazioni allergiche sono il cioccolato, il latte, i pomodori, alcune varietà di frutta, i lievitati, il vino e tutto ciò che contiene il glutine. Anche se non si è celiaci è possibile che si sia sviluppata una sorta di intolleranza che provoca gonfiore, difficoltà digestive, diarrea e meteorismo.

Per scoprire a quali alimenti si è intolleranti è possibile effettuare degli esami specifici del sangue, al quale si aggiunge il breath test, ossia il test del respiro.

Leggi anche

Seguici