Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Cosa c’è nei Cornetti e nelle Brioche del Bar? Risultati dell’inchiesta di Report

Nei cornetti al miele quest’ultimo è presente solo per l’8% di prodotto, mentre il restante 92% è rappresentato da olio di palma, margarina, sciroppo di fruttosio e glucosio, tutti grassi saturi estremamente dannosi per la salute.

di Daniele Lisi

28 Agosto 2015





CornettiCosa c’è nei Cornetti e nelle Brioche del Bar? Risultati dell’inchiesta di Report, una delle tante, che cerca di far luce su ciò che mangiano o meglio, sono costretti a mangiar gli italiani. Costretti non perché qualcuno glielo impone, ma semplicemente perché tutte le alternative già belle e pronte contengono più o meno gli stessi ingredienti che sono un vero attentato alla salute. Sono state raccolte, nei bar e nelle pasticcerie italiane, le etichette di cornetti e brioche e sono state sottoposte ad un medico nutrizionista e ad un ecotossicologo per avere un parere sugli ingredienti utilizzati nella loro preparazione. I commenti dei due professionisti sono stati a dir poco sconcertanti, veramente trancianti, perché gli ingredienti presenti nei due prodotti da forno preferiti dagli italiani rappresentano un vero e proprio attentato alla salute. Basterebbe poco per sostituirli, ma ciò non avviene perché sono economicamente più convenienti per le aziende produttrici, con buona pace per la salute di consumatori. La soluzione migliore a questo punto per i consumatori ovviamente, è quella di far la colazione a casa, utilizzando solo alimenti fatti da sé utilizzando ingredienti scuri, ma si sa che la comodità ha sempre il sopravvento.

Vediamo nel dettaglio cosa contengono i tanto amati cornetti del bar. In quelli al miele quest’ultimo è solo una comparsa in quanto è presente solo per l’8% di prodotto, mentre il restante 92% è rappresentato da olio di palma, margarina, sciroppo di fruttosio e glucosio, tutti grassi saturi estremamente dannosi per la salute. Il cornetto alla crema è forse tra i peggiori in assoluto in quanto contiene il palmisto, ovvero olio di palma che ha l’82% di acidi grassi saturi, una vera bomba in grado di arrecare danni gravissimi alla salute e, in particolare, al sistema cardiovascolare, senza poi contare il rischio diabete.



Cornetto e cappuccinoIl medico nutrizionista Pierpaolo Pavan, specialista in Igiene e Medicina Preventiva afferma che si evince dalle etichette che un cornetto contiene anche sciroppo di glucosio e fruttosio, praticamente una overdose di zuccheri semplici che vengono assorbiti molto rapidamente, determinando una scarica di insulina molto negativa per l’organismo, necessaria per pulire il sangue dagli zuccheri. Ma questi non si volatilizzano, non vengono bruciati, bensì si trasformano in grassi, in particolare quelli addominali, i più pericolosi per la salute, senza poi contare che così è facile perdere il controllo del proprio peso corporeo.

Sempre secondo il dott. Pavan, la stessa Organizzazione Mondiale della Sanità, OMS, raccomanda un consumo estremamente limitato di alimenti a base di palmisto e olio di palma in particolare, ma anche di quelli che contengono grassi vegetali e margarina vegetale. Questi alimenti sono estremamente dannosi per la salute, fanno aumentare i livelli di colesterolo nel sangue, quindi rappresentano un severo fattore di rischio per malattie cardiovascolari, quindi infarto e ictus, senza poi contare che lo stesso discorso vale per il diabete. Purtroppo, quando si compra un cornetto al bar per fare colazione, non si fa attenzione agli ingredienti, per cui praticamente ogni giorno si fa il pieno di sostanze pericolosissime per la salute.

Se poi si guarda anche alle tante confezioni di merendine e biscotti, la musica non cambia. L’olio di palma è praticamente ovunque, tranne pochissime confezioni, una Colesterolovera eccezione, perché le grandi aziende sono molto più attente al profitto piuttosto che alla salute dei consumatori. Ne è un classico esempio la Nutella che è certamente un concentrato di bontà, ma anche di ingredienti estremamente dannosi per la salute, in particolar modo poi se si considera che i maggiori consumatori di tale prodotto sono i bambini. Zucchero raffinato e olio di palma quantità, sono i suoi principali ingredienti, il che significa predisporre sin da piccoli i propri figli ad avere problemi di colesterolo e diabete. L’importante è il profitto, tutto il resto non conta, purtroppo.

Leggi anche

Seguici