Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Come disintossicare il corpo, programma da seguire per 14 giorni

Disintossicarsi periodicamente è una pratica raccomandata, anche se non proprio obbligatoria, il solo modo per liberarsi delle tossine e delle scorie accumulate.

di Daniele Lisi

12 Agosto 2015





Succo disintossicanteCome disintossicare il corpo, programma da seguire per 14 giorni per eliminare dall’organismo tutte le tossine e gli altri residui che accumulandosi possono a lungo andare arrecare danni all’organismo. Le tossine in questione provengono in particolar modo dall’alimentazione, ma non solo, perché ne sono responsabili anche inquinamento, cattive abitudini, stile di vita, fumo sia diretto che passivo, e altro ancora. Eliminarle è importante per mantenere l’organismo sempre in perfetta efficienza, ma sarebbe anche il caso di modificare il proprio stile d vita abolendo quei comportamenti o cattive abitudini, come appunto il fumo o ancora l’abuso di alcool, che sono fonte di non pochi problemi per l’organismo. A parte lo stile di vita che può e dovrebbe essere modificato, per le tossine derivanti dall’alimentazione è quasi del tutto impossibile agire preventivamente, così come per l’inquinamento, perché comunque il metabolismo produce degli scarti, delle scorie, a prescindere dalla bontà dell’alimentazione, per cui disintossicarsi periodicamente è una pratica raccomandata, anche se non proprio obbligatoria. Poi ciascuno è libero di fare le proprie scelte, consapevole che se sono sbagliate, si troverà prima o poi a doverne pagar il fio.

Bisogna poi tener conto che anche un riposo adeguato aiuta a mantenersi sani e in perfetta forma, è essenziale per star in buona salute, così come è importante inserire nell’alimentazione di tutti i giorni alimenti ricchi di vitamine, proteine e Sali minerali, tutti elementi che non dovrebbero mai mancare in tavola. Per questo motivo frutta a verdura dovrebbero diventare più protagoniste in tavola, così come le proteine di origine vegetale, come i legumi, la frutta secca, l’olio extra vergine di oliva, ed eliminar o limitare drasticamente invece tutti i grassi animali, come lo stesso burro, i prodotti raffinati quali lo zucchero bianco e la stessa farina doppio zero.



dieta deputarivaDurante il periodo di disintossicazione, che dura due settimane, è bene evitare alcuni alimenti  per la precisione il glutine, grano, latticini e zucchero, mentre invece si dovrebbe aumentare il consumo di frutta e verdura cruda, riso integrale, frutta secca, sale marino e olio di oliva. Anche l’acqua è importante per disintossicarsi in quanto, bevendo molto, almeno 2 litri di acqua naturale al giorno, si favorisce la diuresi, quindi si depura il sangue e i reni e in più si contrasta la ritenzione idrica, responsabile tra l’altro di uno dei nemici più temuti dalle donne, la cellulite, e inoltre regola il pH.

Sempre in questo periodo limitare il consumo di alcool, caffè, bibite gassate e succhi di frutta di produzione industriale, mentre andrebbe incrementato il consumo di pane, pasta e riso integrali, frutta secca, cereali integrali in genere e crusca. Gli alimenti che poi non dovrebbero mai mancare nella dieta disintossicante sono il crescione d’acqua, ricco di vitamine C ed E, betacarotene e sali minerali; il pane integrale, una vera spugna che assorbe le tossine e regola l’intestino; la mela, ricca di fibre e vitamine, regola l’intestino e abbassa il colesterolo; l’uva, ricca di antiossidanti come i bioflavonoidi, che contrastano i radicali libri; il sedano, che combatte l’acido urico; il limone, un potente alcalinizzante che depura inoltre l’organismo; la pesca che regola la pressione arteriosa e aiuta ad eliminare i liquidi grazi al suo contenuto di potassio  vitamina C.

IntegraliSi possono preparare degli ottimi frullati per depurar l’organiamo. Per l’apparato respiratorio utilizzare 300 ml di pere, 400 ml di melone e 300 ml di cetriolo. Per reni e sistema circolatorio utilizzare 100 ml di prezzemolo, 400 ml di sedano e 500 ml di ananas. Per cuore e muscoli in generale utilizzare 200 ml di sedano, 400 ml di mango e 400 ml di cetriolo. Per l’apparato digerente utilizzare 300 ml di carote, 400 ml di papaya 400 ml di prugne. Pr il sistema nervoso centrale 300 ml di lattuga, 300 ml di sedano e 400 ml di uva.

Leggi anche

Seguici