Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Tumore all’Ovaio prevenzione, quello che ogni donna dovrebbe sapere

Il tumore all’ovaio si manifesta con sintomi aspecifici, come il gonfiore addominale o il senso di sazietà, che sono comuni anche ad altre patologie. Riguarda, soprattutto ma non esclusivamente, donne con un’età compresa fra i 50 ed i 65 anni e può essere individuato attraverso l’ecografia, l’esame pelvico e prelievi di sangue

di Redazione

06 Agosto 2015





Tumore all’Ovaio prevenzione, quello che ogni donna dovrebbe sapere

Il tumore ginecologico alle ovaie è una patologia particolarmente subdola ed insidiosa perché agli stadi iniziali è quasi asintomatico.

Più della metà dei casi di tumore all’ovaio viene individuato quando è già particolarmente sviluppato perché i sintomi sono lievi e comuni a numerose altre malattie;la sua mortalità è piuttosto elevata e nei casi più gravi la possibilità di sopravvivenza dopo cinque anni è inferiore al 50%.

Ogni donna dovrebbe sapere che in presenza di più fastidi o se questi si manifestano uno di seguito all’altro è fondamentale rivolgersi al proprio medico.

Il tumore all’ovaio può comportare gonfiore addominale, un aumento della frequenza dello stimolo ad urinare e l’urgenza della minzione. Inoltre, potrebbe determinare un calo di peso a causa del senso di sazietà che viene percepito anche dopo pasti leggeri e poco abbondanti.

Per la prevenzione è molto importante considerare altre manifestazioni, come per esempio senso di dolore o di pressione addominale e a livello pelvico; da non trascurare anche altri disturbi come per esempio la mancanza di appetito o problemi al tratto gastrointestinale.



Ogni donna dovrebbe sapere che durante la menopausa i sanguinamenti non devono essere assolutamente trascurati perché possono essere la spia di un tumore alle ovaie.

Tumore all’Ovaio prevenzione, quello che ogni donna dovrebbe sapereLe possibilità di sviluppare questa forma tumorale possono aumentare nel caso in cui si sia effettuata la terapia ormonale sostitutiva o se la prima gravidanza avviene in età avanzata. Invece, sono considerati dei fattori protettivi per il tumore all’ovaio sono le gravidanze e, in parte, l’allattamento al seno.

Per evitare l’insorgenza del tumore ovarico è fondamentale la prevenzione, in particolare nella fascia d’età più a rischio compresa fra i 50 ed i 65 anni.

Gli approfondimenti indispensabili per arrivare alla diagnosi di cancro alle ovaie viene prescritta un’ecografia addominale, degli esami specifici del sangue ed un esame pelvico. Il trattamento dipende dallo stadio della malattia, dalla sua estensione ma anche dalle condizioni generali della donna.

Leggi anche

Seguici