Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Come risollevare la Pressione bassa da caldo con rimedi naturali

L’alta temperatura agisce come un vasodilatatore, per cui la pressione sanguigna cala, e se poi vi si aggiunge anche una sudorazione eccessiva, è evidente che i valori della pressione possono raggiungere valori veramente bassi.

di Daniele Lisi

29 Luglio 2015





IpotensioneCome risollevare la Pressione bassa da caldo con rimedi naturali, o anche ricorrendo a quelli che solitamente si definiscono i rimedi della nonna. Il caldo e l’alto tasso di umidità che stanno caratterizzando questa estate che definire torrida non è affatto eccessivo incidono negativamente sulla pressione che, inevitabilmente, precipita portando con sé una serie di fastidi a volta difficili da sopportare. L’alta temperatura agisce inannzi  tutto come un vasodilatatore, per cui la pressione sanguigna cala, e se poi vi si aggiunge anche una sudorazione un po’ fuori del normale, è evidente che i valori della pressione possono raggiungere valori veramente bassi, con conseguente stanchezza, capogiri, e altri disturbi che in alcuni casi possono mettere al tappeto. Questo accade in particolar modo per i soggetti un po’ avanti negli anni e per coloro che già soffrono di ipotensione, per cui per loro è indispensabile mettere in atto una serie di accorgimenti per evitare che la pressione possa scendere troppo sotto i livelli di guardia. Ovviamente vi sono i farmaci che possono dare una mano, tuttavia gli stessi risultati si possono ottenere anche con alcuni rimedi naturali.

Innanzi tutto è necessario adeguare l’alimentazione alle condizioni ambientali, quindi al caldo eccessivo, per cui è necessario scegliere alimenti che contengano molti liquidi, Sali minerali e vitamine, come frutta e verdura, in modo da riequilibrare ciò che si perde con la sudorazione, alimenti che dovrebbero sostituire, almeno in questo periodo, intingoli un po’ troppo impegnativi per la digestione. Bisogna poi bere molto, almeno due litri di acqua al giorno, acqua naturale, e non bibite zuccherate che non sono proprio amiche della salute. Inoltre è necessario, almeno nel periodo in cui il caldo si fa sentire in modo particolare, evitare attività fisiche impegnative che farebbero aumentare la sudorazione e quindi la perdita di liquidi e Sali minerali.



CaldoSe proprio si vuole fare un po’ di movimento, il nuoto è la scelta giusta. A parte queste regole generali che, se rispettate, aiutano a limitare i danni, se proprio la pressione non ne vuole sapere di mantenersi a livelli accettabili, è possibile ricorrere ad alcuni rimedi naturali che possono aiutare a rimettere le cose a posto. Tra i rimedi fai da te più efficaci vi è sicuramente la liquirizia, che i soggetti predisposti all’ipotensione dovrebbero, in questo periodo, tenere sempre a portata di mano. Attenzione però, perché la liquirizia è sconsigliata ai soggetti che soffrono di ipertensione, perché potrebbe far salire ancor più i valori pressori.

Altro rimedio da adottare in caso di eccessivo calo della pressione è quello di far sciogliere qualche grano di sale grosso sotto la lingua, rimedio che farà salire rapidamente la pressione. Ovviamente è necessario anche sdraiarsi e mantenere sollevate le gambe, o con l’aiuto di qualcuno, o poggiandole su di una sedia. In questo modo la pressione dopo qualche minuto ritornerà a livelli accettabili. Oltre a questi piccoli rimedi che potremmo definire classici, è possibile ricorrere anche a qualche infuso realizzato con alcune erbe aromatiche che solitamente sono presenti in tutte le case.

La salvia, perfetta per mettere un freno ad una sudorazione eccessiva; il rosmarino e il ginseng con cui è possibile realizzare degli infusi che Caldoaiutano a mantenere la pressione a livelli accettabili. Si può ricorrere a prodotti omeopatici quali il Phosforis e il  Ferrum Metallicum, perfetti per contrastare la stanchezza e i capogiri. Ovviamente, in casi estremi, quando questi semplici rimedi non sono in grado di risolvere il problema, è meglio rivolgersi ad una struttura ospedaliera, e questo vale soprattutto per i soggetti avanti negli anni e che già soffrono di problemi di ipertensione. Per loro, sottovalutare il problema, potrebbe essere veramente pericoloso.

Leggi anche

Seguici