Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Cibi tossici che consumiamo ogni giorno, come evitare il Veleno contenuto all’interno

In natura esistono molti alimenti che contengono delle piccole percentuali di veleno. Per non andare incontro a spiacevoli inconvenienti bisogna sapere come comportarsi in talune situazioni, per esempio quando si mangia una pesca che al suo interno nasconde un nocciolo tossico

di Redazione

21 Luglio 2015





Cibi tossici che consumiamo ogni giorno, come evitare il Veleno contenuto all’interno

Nelle nostre cucine sono presenti svariati alimenti che contengono piccole quantità di veleno come per esempio le patate, i pomodori non maturi, i noccioli delle ciliegie e delle pesche.

Per non avere problemi di salute è importante sapere come evitare il veleno che contengono. All’interno del nocciolo di ciliegie, pesche, nocepesche, prugne, albicocche e susine è presente una sostanza tossica molto potente conosciuta come acido cianidrico. Ecco perché è molto importante evitare di inghiottire il nocciolo o di entrare in contatto con il suo contenuto. Naturalmente, l’acido cianidrico causa problemi se assunto in alte dosi e non se, per errore, si mangia un solo nocciolo.

Sono potenzialmente pericolose anche le patate germogliate o che presentano delle parti verdi a causa della solanina, una sostanza che, in dosi elevate, può causare emorragie, stanchezza, mal di testa e sonnolenza. Per consumarle senza problemi è bene non mangiarle se si presentano verdi o germogliate. Le patate si tengono al buio, in un luogo fresco e devono essere distese e separate le una delle altre.



Un cibo tossico molto presente sulle nostre tavole, in particolare durante l’estate, è il pomodoro quando non è sufficientemente maturo. Quando sono verdi è presente la tomatina, una sostanza tossica potenzialmente pericolosa per l’uomo. Per evitare questo veleno è necessario Cibi tossici che consumiamo ogni giorno, come evitare il Veleno contenuto all’internoprediligere i pomodori maturi di colore rosso pieno.

Il rabarbaro, un ingrediente impiegato di rado nella cucina mediterranea, ha delle percentuali di acido ossalico particolarmente concentrato nelle foglie.

Il veleno può essere nascosto anche nelle spezie e nelle erbe aromatiche come accade con il prezzemolo e la noce moscata. Il prezzemolo non è consigliato alle donne in gravidanza perché può stimolare l’aborto.

In tutti gli altri casi non bisogna mai eccedere con le dosi così come viene suggerito per la noce moscata, ottima e profumata ma da consumare con parsimonia. Se assunta in quantità può rivelarsi pericolosa e, in taluni casi, persino mortale.

Leggi anche

Seguici