Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Sintomi del Cancro ai Polmoni, come riconoscerli fin da subito

Il cancro ai polmoni si presenta con dei sintomi vari che appartengono ad un ampio gruppo di patologie e, spesso, la diagnosi avviene quando il male ha già intaccato altri organi e’ importante non sottovalutare la tose, l’emissione di sangue, la raucedine e la febbre ma anche le infezioni respiratorie ripetute e gravi

di Redazione

15 Luglio 2015





Sintomi del Cancro ai Polmoni, come riconoscerli fin da subito

Il cancro ai polmoni è particolarmente subdolo e difficile da riconoscere, soprattutto agli esordi perché può manifestarsi con sintomi lievi o comuni ad altre malattie. Non di rado il cancro ai polmoni viene individuato quando ha già dato origine alle metastasi che possono riguardare vari organi, come per esempio le ossa ed il cervello.

I sintomi del cancro ai polmoni da non sottovalutare comprendono la raucedine e la tosse, soprattutto quando si ripresenta nonostante adeguata terapia. Non bisogna mai sottovalutare la presenza di sangue nel muco espettorato e le difficoltà nel respirare a pieno. Il cancro ai polmoni si può manifestare con infezioni,come per esempio bronchiti, che non si riescono a debellare o che si ripresentano spesso, nonostante le cure.

Non bisogna mai sottovalutare il dolore al petto che si può presentare anche durante un accesso di tosse; particolare attenzione va riservata alle febbre che può essere, o meno, accompagnata dalla tosse. Quando il cancro ai polmoni è già in fase avanzata e sono presenti delle metastasi si possono presentare vari sintomi, a carico delle ossa e non solo. E’ possibile accusare stanchezza, difficoltà nella deglutizione, debolezza e forte calo ponderale.



Sintomi del Cancro ai Polmoni, come riconoscerli fin da subitoGli esami clinici ai quali si viene sottoposti per accertare la presenza del cancro ai polmoni sono diversi e comprendono le radiografie, le tac ma anche la biopsia attraverso la quale si studiano i tessuti del polmone. La tomografia computerizzata si è imposta perché consente di effettuare una diagnosi precoce grazie alla quale aumentano, notevolmente, le possibilità di sopravvivenza.

Uno dei principali fattori che determinano lo sviluppo della malattia è il fumo, sia attivo che passivo. Bisogna poi ricordare l’esposizione a polveri o ad agenti irritanti. Negli ultimi anni la percentuale di malati ha visto crescere, in maniera importante, quello delle donne. E’ il tumore più frequente al mondo ed è annoverato fra i più mortali perché difficilmente viene individuato agli stadi iniziali. Per quanto riguarda le terapie, ai trattamenti farmacologici vengono quasi sempre prediletti gli interventi chirurgici.

Leggi anche

Seguici