Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Funghi della Pelle, come riconoscere e curare i casi comuni più diffusi in Estate

La sabbia è uno dei veicoli più frequenti, ma non solo, perché anche sdraiarsi sul lettino o sedersi sulla sdraio senza una adeguata protezione può essere il modo migliore per prenderli.

di Daniele Lisi

06 Luglio 2015





FunghiFunghi della Pelle, come riconoscere e curare i casi comuni più diffusi in Estate, stagione dell’anno in assoluto la più favorevole. Al mare è facile incontrarli e quindi esserne in qualche modo contagiati. La sabbia è uno dei veicoli più frequenti, ma non solo, perché anche sdraiarsi sul lettino o sedersi sulla sdraio senza una adeguata protezione può essere il modo migliore per prenderli. È necessario sempre fare attenzione e non dimenticarsi mai di utilizzare il proprio telo da mare per proteggersi, telo da mare che ovviamente dopo essere stato utilizzato come protezione  andrebbe trattato in modo da evitare che a sua volta possa diventare un veicolo di contagio. Un po’ di prudenza e di attenzione sono quasi sempre sufficienti ad evitare di diventare terra di conquista per i funghi della pelle, ma a volte questi piccoli accorgimenti difensivi, diciamo così, non sono sufficienti e allora è necessario saperli riconoscere in modo da affrontarli nel modo giusto, così da liberarsene in poco tempo. Anche il sudore poi fa la sua parte perché rappresenta, per i funghi dell’epidermide, un vero e proprio brodo di coltura.

A parte i piccoli accorgimenti citati in precedenza, anche l’igiene personale riveste una notevole importanza, per cui è bene sempre lavarsi accuratamente dopo il mare e dopo essere entrati a contatto con superfici, oggetti, sabbia, insomma con tutto ciò che potrebbe rappresentare un veicolo di trasmissione dei funghi. Per lo stesso motivo è bene non camminare scalzi in piscina o in palestra, e questo vale ovviamente non solo per il periodo estivo, così come è da evitare qualsiasi promiscuità con gli asciugamani, ovvero mai prestarli a qualche compagno di sudate così come mai chiederlo in prestito. Si tratta di semplici regole, probabilmente scontate, che dovrebbero essere dettate dal buon senso, tuttavia ricordarle male non farà.



Funghi piediLe parti del corpo che sono maggiormente esposte alle micosi sono le mani e i piedi, il collo, il viso e il tronco. La pelle dei bambini poi, che è più delicata e protetta rispetto a quella degli adulti, è ancor più esposta al contagio, per cui per loro le attenzioni dovrebbero essere ancor maggiori. I funghi della pelle si presentano per lo più come macchie, bianche o rossastre, che in estate si evidenziano ancor di più perché risaltano sulla pelle abbronzata. Possono essere asintomatici, così come possono portare prurito, anche intenso e assai fastidioso, per cui se ci si accorge della presenza di queste macchie è necessario contattare prontamente il proprio medico o, in alternativa, un dermatologo per affrontarli nel modo migliore possibile.

La micosi delle unghie le fa apparire spesse, fragili, opache, con la presenza di deformazioni evidenti, da non confondere con la fragilità o la fessurazione delle unghie ascrivibili a carenze di alcune sostanze, come descritto in altro articolo presente su queste pagine. I funghi possono interessare anche la bocca e si manifestano con bruciori, arrossamenti e piccole lesioni che a volte possono anche essere interessate da sanguinamenti. È ovvio che, in questi casi, non basta solo rivolgersi al medico, ma è necessario adottare anche tutte le misure precauzionali del caso per evitare di contagiare anche altre persone con cui si condividono posate, bicchieri, stoviglie e tutti gli altri oggetti che potrebbero rappresentare un certo veicolo di contagio.

Gli uomini possono essere interessati da una micosi inguinale, così come le donne sono più esposte alla candida. A parte le misure igieniche di Pomataprevenzione, la cura dei funghi della pelle si avvale in particolar modo di una categoria di farmaci per uso esterno, pomate, a base, per lo più, di clotrimazolo, il miconazolo, il fenticonazolo, tutti farmaci che vanno utilizzati solo dopo prescrizione medica. Nei casi più resistenti, è possibile ricorrere anche ad una terapia sistemica a base di farmaci per via orale. Solitamente, con le pomate e una corretta igiene personale, si viene rapidamente a capo del problema, tuttavia qualche volta è possibile che lo cose possano essere un tantino più complicate.

Leggi anche

Seguici