Questo sito contribuisce
all'audience di

 

10 benefici scientificamente provati da chi pratica il Tai Chi

Il Tai Chi è nato in Cina come arte marziale, agisce su tutto l’organismo, quindi non solo sul corpo, ma anche sulla mente.

di Daniele Lisi

02 Luglio 2015

Tai Chi10 benefici scientificamente provati da chi pratica il Tai Chi, l’antica arte marziale da difesa. Il Tai Chi è nato in Cina come arte marziale, e agisce su tutto l’organismo, quindi non solo sul corpo, ma anche sulla mente. Coinvolge chi lo pratica totalmente, perché richiede una concentrazione e una preparazione anche fisica che praticamente si ha solo se si ha il pieno controllo del proprio corpo. Anche la respirazione è quindi importante, perché deve essere controllata, così come lo deve essere la mente che quindi è necessario sia libera da altri pensieri. Il Tai Chi aiuta quindi non solo a mantenere il corpo in perfetta forma, a imparare in qualche modo a difendersi, ma anche a liberare la mente e il cuore dai cattivi pensieri, a rilassarsi, ad allontanare lo stress, a vedere in qualche modo la vita sotto una luce diversa. Nel Tai Chi, la cui tecnica  si rifà oltre tutto al Taoismo, i movimenti da eseguire sono lenti e circolari, quasi come una danza, e consentono di rilassarsi e al tempo stesso di ricaricarsi di energia. La scienza lo considera una forma alternativa di prevenzione. Ma vediamo quali sono i suoi principali vantaggi.

Innanzi tutto consente di invecchiare bene perché è da considerarsi un vero toccasana, in particolar modo per gli ultra sessantenni che, con il trascorrere del tempo, cominciano inevitabilmente a mostrare i primi sintomi di indebolimento. Una ricerca svolta dall’Hong Kong Polytechnic University ha dimostrato che le persone avanti negli anni che dedicano al Tai Chi almeno un’ora e mazza alla settimana, possono contare su di una salute nel complesso migliore, in particolar modo per quanto riguarda il sistema cardiovascolare, in quanto migliora la pressione sanguigna e la resistenza dei vasi. I movimenti che si praticano con il Tai Chi, essendo lenti ed armoniosi, sono perfettamente compatibili con le persone avanti negli anni che non potrebbero praticare altre forme di allenamento.

Tai ChiRiduce lo stress, come detto anche in precedenza, proprio perché richiede movimenti lenti ed armoniosi, che necessitano anche di una certa concentrazione. Gli effetti positivi quindi non sono solo a favore del corpo, ma anche della mente e del sistema nervoso, con conseguente riduzione drastica dello stress.

Migliora la glicemia, come del resto dimostrato da alcune recenti ricerche. Aiuta quindi a prevenire e anche a controllare il diabete di tipo 2, in quanto promuove una riduzione della glicemia a digiuno.

Riduzione del colesterolo e della pressione. Alcuni studi condotti presso l’Università di Taiwan hanno dimostrato che praticare con una certa assiduità il Tai Chi, quindi come detto in precedenza almeno un’ora e mezzo a settimana, consente di tenere sotto controllo colesterolo e pressione, grazie ai movimenti lenti ed armoniosi e al controllo dello stress.

A giovarne quindi è anche il cuore la cui salute, come ormai è noto ai più, è strettamente legata a colesterolo e pressione, ma anche alla glicemia. Uno studio condotto presso lo Beth Israel Deaconess Medical Center di Boston che si è avvalso della collaborazione volontaria di 100 pazienti, ha dimostrato come e in che misura il Tai Chi possa essere importante sulla qualità della vita delle persone, in particolar modo di quelle avanti negli anni.

Ma non solo il cuore, perché aiuta anche a riprendersi meglio e più velocemente da un ictus. Uno studio condotto dall’Università di Harvard ha dimostrato che i soggetti colpiti da ictus, nei cui programmi di riabilitazione era stato inserito anche il Tai Chi, si erano ripresi meglio e anche più rapidamente rispetto a pazienti che non avevano praticato questa antica arte marziale cinese.

Migliora la qualità del sonno. Uno studio condotto dall’Università della California ha dimostrato che le persone che praticano regolarmente il Tai Chi possono contare su di un riposo migliore, e non hanno bisogno di ricorrere ad aiuti farmacologici o di altra natura per dormire bene.

Riduce lo stress. Come detto anche in precedenza, è uno degli effetti benefici più marcati di questa disciplina.

Il Tai Chi fa bene anche al cervello. Secondo una recente ricerca svolta negli USA, praticare l’antica arte marziale cinese migliora il volume del Tai Chicervello che, con il trascorrere degli anni, tende a ridursi. Questo grazie all’attenzione e alla concentrazione richieste da questa disciplina.

Infine migliora la funzionalità delle articolazioni . I movimenti lenti ed armoniosi, paragonati precedentemente quasi ad una danza, agiscono sulle articolazioni che, oltre tutto, non sono sottoposte a particolari sforzi e stress, proprio per il tipo del tutto particolare di movimenti da effettuare.



Grazie ad Alleanza Assicurazioni, potrai ricevere gratuitamente uno di questi quattro volumi. Ti basterà inserire i tuoi dati personali e lo riceverai in formato ebook insieme ad una consulenza gratuita e personalizzata sulle esigenze di protezione della tua famiglia.

Clicca qui per ricevere il tuo ebook gratuito!

Seguici