Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Bambina di 9 anni malata di Tumore curata in modo straordinario in Italia

Presso l’Ospedale Santa Chiara di Trento, per la prima volta, una paziente di soli nove anni affetta da una rara forma di tumore è stata curata con una terapia innovativa basata sull’impiego dei protoni. La tecnica, disponibile soltanto in quarantotto ospedali del mondo, in Itali è eseguita anche a Padova

di Redazione

26 Giugno 2015





Bambina di 9 anni malata di Tumore curata in modo straordinario in Italia

Una bambina di nove anni ammalata di tumore è stata curata all’Ospedale Santa Chiara di Trento con una tecnica particolare, la protonterapia che sfrutta gli effetti dei fasci di particelle subatomiche prodotti da un particolare acceleratore che, in parte, può essere assimilato a quello presente a Ginevra presso il Cern.

In Italia la terapia è garantita soltanto in due centri ed esattamente a Trento e a Pavia e nel mondo, complessivamente, è presente in quarantotto ospedali. La piccola paziente è stata curata per un cordoma, una forma particolare e rara di tumore che si sviluppa agli estremi della colonna vertebrale, riguardando sia l’osso sacro che la basa cranica.

L’impiego dell’innovativa terapia ha visto la collaborazione dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù e l’Azienda provinciale per i servizi sanitari di Trento. La proton therapy è meno invasiva rispetto alle cure tradizionali perchè molto più precisa e con un incidenza inferiore di effetti collaterali che, nel caso dei più piccoli, possono essere anche di entità importante.



Per la bambina il protocollo medico, come specificato dai medici del reparto di oncologia pediatrica del Bambino Gesù, comprende circa Bambina di 9 anni malata di Tumore curata in modo straordinario in Italiadue mesi di cura durante i quali i tessuti interessati dal tumore saranno trattati con fasci di protoni.

L’innovativa terapia si rivela particolarmente utile ed importante perché i protoni agiscono direttamente sui tessuti malati, preservando quelli sani. La proton therapy, soprattutto oltre Oceano, è sfruttata da tempo per curare i pazienti con tumori situati in aree particolarmente delicate e sensibili. Nel nostro Paese è invece la prima volta che viene impiegata per un tumore pediatrico poco diffuso che ha un’incidenza di 0.5% per milione di persone.

I notevoli passi avanti compiuti dalla ricerca scientifica stanno rendendo, sempre di più, il cancro una malattia curabile con tecniche molto precise in grado di ridurre al minimo gli effetti negativi delle cure migliorando notevolmente lo stile dei vita dei pazienti oncologici.

Leggi anche

Seguici