Questo sito contribuisce
all'audience di

 

5 modi di preparare Ghiaccioli buoni e naturali in casa

I ghiaccioli fatti in casa rappresentano la scelta migliore perché si sa quali sono gli ingredienti che si stanno utilizzando.

di Daniele Lisi

20 Giugno 2015





Ghiaccioli5 modi di preparare Ghiaccioli buoni e naturali in casa, la scelta migliore perché così facendo si sa quali sono gli ingredienti che si stanno utilizzando. In estate poi i ghiaccioli sono molto apprezzati da tutti, grandi a piccini, perché sono rinfrescanti, comodi da mangiare anche passeggiando, e solitamente sono a base di frutta per cui sono, o almeno dovrebbero, essere poveri di calorie. Ma con i prodotti industriali non sempre questo è vero perché si utilizzano dolcificanti di varia natura che spesso non sono il massimo per la salute e per la forma fisica, per cui, con un po’ di pazienza e senza spendere nemmeno uno sproposito, è preferibile farli in casa, così almeno si sa cosa si mangia. Come detto in precedenza, i ghiaccioli classici sono quelli alla frutta, e per la loro preparazione in questo periodo dell’anno la scelta è molto vasta. Per dolcificarli poi è meglio non utilizzare lo zucchero o dolcificanti artificiali, cui andrebbe preferito senz’altro lo sciroppo d’acero o in alternativa la stevia. Inoltre, se si utilizza frutta ben matura, aggiungere il dolcificante potrebbe risultare anche superfluo.

Per la loro preparazione occorrono poche cose. I classici stecchini in legno che si possono trovare facilmente nei supermercati o nei negozi specializzati nella vendita di prodotti per la preparazione di dolci e torte, dove tra l’altro è possibile reperire anche gli stampini necessari alla realizzazione dei ghiaccioli. In alternativa si possono utilizzare dei bicchieri di plastica rigida o anche più semplicemente quelli soliti usa e getta che oltre tutto sono decisamente economici. Se invece si dovesse optare per quelli rigidi, questi potranno essere tranquillamente riutilizzati una volta mangiato il ghiacciolo. Si ricorda che lo stecchino in legno va inserito nel ghiacciolo prima della sua completa solidificazione, quando la sua consistenza è tale da farlo stare ben ritto. Vediamo ora alcuni ghiaccioli da poter preparare in casa.

Stampini per ghiaccioliIl ghiacciolo al limone, il più classico di tutti da sempre e anche il più dissetante. Per la sua preparazione occorrono un limone maturo e 400 ml di acqua. Sciacquare accuratamente il limone, premerlo con il solito spremiagrumi, liberarlo dai semi e diluirlo in acqua. Aggiungere ora il dolcificante prescelto, come appunto lo sciroppo d’acero o la stevia che andrebbero preferiti allo zucchero raffinato, amalgamare il tutto attentamente e suddividere il composto così ottenuto negli stampini che si vorranno utilizzare. Metterli poi nel congelatore per 3-4 ore, ricordandosi però che prima della completa solidificazione è necessario inserire gli stecchini in legno.



Ghiacciolo alla banana. Per la preparazione occorrono delle banane ben morbide e mature così che non si renderà necessario l’utilizzo del dolcificante, anche se naturale. Sbucciarle, tagliarle a fettine e frullarle con il mixer. Ogni due banane è necessario aggiungere mezzo bicchiere di succo di limone per ottenere un composto liquido, o anche della semplice acqua. Suddividere il composto nelle formine e inserirle nel congelatore per 3-4 ore, ricordandosi sempre di aggiungervi lo stecchino in legno al momento opportuno. È possibile  aggiungere alle banane anche altra frutta a piacere. Vanno benissimo le fragole e i kiwi.

Ghiacciolo allo yogurt. Per la preparazione occorrono uno, o più di uno, yogurt vegetale ed eventualmente altra frutta a piacere come le solite fragole, pesche, albicocche, more o anche il melone. Tagliare la frutta a fettine ed amalgamare il tutto con il solito mixer, fino ad ottenere un composto omogeneo e abbastanza liquido. È possibile aggiungere eventualmente del dolcificante naturale. Versare negli stampini che andranno trattati come descritto in precedenza.

Ghiacciolo di frutta mista. Scegliere la frutta che si preferisce, considerando oltre tutto che in questo periodo dell’anno la scelta è anche abbastanza ampia. Lavare, sbucciare e tagliare la frutta a fettine, quelle che lo richiedono perché per esempio le more o i lamponi non vanno ovviamente sbucciati. Preparare a parte del succo di limone diluito in acqua. Ora non resta che scegliere se frullare il tutto con il mixer, con l’eventuale aggiunta del dolcificante o se aggiungere la frutta a pezzettoni, come suol dirsi. Suddividere tra i vari stampini che andranno poi messi nel Ghiaccioli alla fruttacongelatore e trattati come i precedenti.

Ghiacciolo al tè verde. Si tratta di un ghiacciolo un po’ particolare che oltre tutto è ricco di buone proprietà per la salute. Occorrono una bustina di tè verde o due cucchiaini di foglie di tè verde ogni 250 millilitri d’acqua. Preparare il tè come al solito, aggiungere del succo di limone e dolcificare con dolcificanti naturali. Fare raffreddare il tè, suddividerlo nelle formine che andranno messe nel congelatore e trattate come le altre.

Leggi anche

Seguici