Questo sito contribuisce
all'audience di

 

10 benefici riscontrati nella Cannabis ad uso terapeutico

Le proprietà della Cannabis in molti casi possono alleviare i dolori, aiutare a combattere alcune ance terribili malattie, dare un po’ di sollievo a chi dai farmaci non ottiene più nulla.

di Daniele Lisi

12 Giugno 2015





10 benefici della CAnnabisMarijuana a scopo terapeutico, se ne parla da tanto tempo ma in pochi sanno veramente di cosa si tratta. Molte Regioni in Italia hanno dato il via libera all’uso di farmaci a base di cannabinoidi e si dice che sarebbe prossima l’avvio della produzione presso la fabbrica militare di Firenze. In altri Paesi del mondo le ricerche sono avanzate e l’uso terapeutico di questo principio attivo è ormi una realtà. Del resto si tratta solo di autorizzare  un farmaco che sfrutti le tante proprietà terapeutiche della Maruijana, certamente non di dare il via libera all’utilizzo di droghe leggere, che sarebbe tutta un’altra faccenda. Del resto le dosi terapeutiche sono ben lungi dall’avere lo stesso effetto di quella che si assume come droga, quindi non dovrebbe esservi alcuna preoccupazione che la cosa possa sfuggire di mano. Lo scopo è di dare alle persone che ne hanno bisogno la possibilità di sfruttare le proprietà terapeutiche della Cannabis, proprietà che in molti casi possono alleviare i dolori, possono aiutare a combattere alcune anche terribili malattie, possono dare un po’ di sollievo a chi dai farmaci non ottiene più nulla.

Già negli Stati Uniti da anni sono state riconosciute le proprietà antitumorali dei cannabinoidi, ma anche quelle di aiutare a sopportare meglio gli effetti collaterali della chemioterapia. La stessa FDA, acronimo della terminologia inglese Food and Drug Administration, in italiano Agenzia per gli Alimenti e i Medicinali, ha riconosciuto che alcune sostanze derivanti dalla Cannabis avrebbero proprietà antitumorali, in particolare riuscirebbero a contrastare le forme più gravi di cancro al cervello, riuscendo addirittura a ridurre le dimensioni del tumore stesso, cosa che oltre tutto risulterebbe assai importante in caso di radioterapia. Non è sto ancora ufficializzato l’utilizzo della cannabis, ma il via libera potrebbe arrivare prima del previsto.



CannabisAnche la Schizofrenia potrebbe essere curata con la Maruijana. In una serra nelle vicinanze di Londra, autorizzata alla coltivazione della cannabis per uso terapeutico, si sta sperimentando tale sostanza per la cura della schizofrenia. I risultati sembrano essere decisamente incoraggianti perché i cannabinoidi sembrano avere un marcato effetto anti-psicotico. Se il prosieguo della ricerca dovesse confermare i primi risultati, si tratterebbe di avere a disposizione, nel medio termine, uno strumento in più per combattere questa malattia.

In Italia, già nel 2013, è stata autorizzata la messa in commercio di un farmaco specifico a base di un derivato della Cannabis per la cura della sclerosi multipla. Si tratta di uno spray indicato per i pazienti affetti da problemi spastici sia moderati che gravi che possono insorgere a seguito della sclerosi multipla. Si tratta di un farmaco a totale carico dell’Agenzia Italiana del Farmaco.

Una sostanza della cannabis, il THC, sarebbe in grdo di contrastare il virus dell’Aids. Un recente studio ha dimostrato che questa sostanza sarebbe in grado di proteggere le cellule dagli attacchi del virus HIV. Ad oggi il suo utilizzo non è stato ancora autorizzato dall’Agenzia del Farmaco.

La cannabis potrebbe essere utilizzata anche in campo veterinario. Negli Stati Uniti si sta per autorizzare l’utilizzo di tali farmaci nel caso il veterinario dovesse certificare che il cane o il gatto potrebbe vedere alleviata la  malattia grazie alla roga.

Olio di Cannabis contro Paralisi cerebrale, idrocefalo e crisi epilettiche. Una mamma in Florida ha curato con successo la sua figlia di 19 mesi affetta da questa malattia con l’uso di olio di cannabis per somministrazione sublinguale, quando invece i medici le avevano dato pochi mesi di vita.

E ancora, la cannabis sembrerebbe essere anche di alleviare i sintomi da stress post-traumatico, come del resto dimostra una ricerca condotta presso la Haifa University, in Israele. Sempre in Israele, una ricerca condotta presso l’Università di Tel Aviv, ha dimostrato che farmaci a base di THC potrebbero proteggere il cervello da gravi danni neurologici e da deficit cognitivi. Uno studio della University of Buckingham ha Ricercadimostrato che due sostanze presenti nella cannabis, il Thcv e il cannabidiolo, sarebbero in grado di prevenire e curare il diabete e di ridurre i livelli di colesterolo nel sangue. Infine, una studio condotto dai ricercatori del California Pacific Medical Center di San Francisco ha dimostrato che un composto derivato dalla Maruijana sarebbe in grado di ridurre la formazione di metastasi in casi di tumore e quindi di ridurre sensibilmente la mortalità.

Leggi anche

Seguici