Questo sito contribuisce
all'audience di

 

La Vacanza allunga la Vita a patto che…

Pianificare la vacanza per tempo, della durata di 8 giorni, immersi nella natura e accompagnata da una moderata attività fisica, le regole della vacanza perfetta.

di Daniele Lisi

11 Giugno 2015





Vacanze in montagnaLa Vacanza allunga la Vita a patto che rispetti le quattro regole d’oro che la rivista Scientific American ha tratto da alcuni studi, condotti ai Sage Colleges di New York, presso l’Erasmus University di Rotterdam e la State University di New York. Ma quali sono queste regole? Niente di particolarmente complicato; basta infatti pianificare la vacanza per tempo, della durata di 8 giorni, immersi nella natura e accompagnata da una moderata attività fisica. Seguendo queste semplici regole, sempre secondo i risultati degli studi appena citati, si ridurrebbe del 29% il rischio di morte. Passeggiare in mezzo alla natura aiuta a star bene per molteplici motivi. Innanzi tutto perché fa bene alla salute in generale, stimola la produzione di serotonina, l’ormone della felicità ma soprattutto grazie all’attività di un microrganismo, il Mycobacterium vaccae, presente nel suolo, e che accresce ancor più i livelli di serotonina. Insomma, non vi è nulla di meglio di una vacanza immersi nella natura, preferibilmente in campagna o in montagna, mentre sembra essere escluso il mare in quanto è ovviamente impossibile trovarvi il microrganismo appena citato.

Oggi invece, i fortunati che riescono ad andare in vacanza, preferiscono divertirsi, fare anche le ore piccole in discoteca, tutte attività sicuramente piacevoli, che però non portano vantaggi alla salute. Certo, divertirsi è importante, ma fare dei veri e propri tour de force, è fuori luogo. Andare a ballare, in discoteca, al cinema o anche solo a cena fuori è qualcosa che è possibile fare anche durante l’anno, in inverno, così come in primavera ed in autunno, per cui le vacanze dovrebbero essere dedicate a ricaricare le batterie, come suol dirsi, al relax, al riposo. I giovani, ovviamente, preferiscono fare altro, e se vogliamo non si può dar loro torto. Per chi invece ha qualche anno in più sul groppone, il relax e il risposo sono la scelta quasi obbligata.



In montagnaDel resto, solo chi non l’ha mai fatto, non può capire bene cosa si prova a trascorrere una settimana a spasso per i boschi, a contatto con la natura, quasi senza meta e  certamente senza fretta, trovando piacere e soddisfazione anche al solo ammirare un bel paesaggio alpino, le tranquille e cristalline acque di un laghetto di montagna, lo scoiattolo che fa capolino da dietro un tronco, un cerbiatto che furtivo si avventura in una radura per brucare un po’ d’erba. Sono immagini e sensazioni che resteranno per sempre nella mente e nel cuore di chi le ha vissute, e anche queste promuoveranno la produzione di quella serotonina che tanto bene fa alla salute. Il tutto condito da un buon sonno e da una sana alimentazione.

E per coloro che non hanno la possibilità di allontanarsi dalla loro residenza abituale perché le risorse disponibili sono ridotte al lumicino, allora non vi è speranza? Nessun problema, perché secondo gli scienziati di Rotterdam basta anche una staycation, ovvero pianificare le vacanze anche senza allontanarsi dalla città, semmai organizzando delle passeggiate nei parchi cittadini o nella campagna nelle immediate vicinanze, quindi senza doversi nemmeno spostare più di tanto. L’importante è, in tutti i casi, dedicarsi alla organizzazione della vacanza, alla pianificazione, attività che già da sola promuove la produzione di serotonina.

Sulle AlpiGli otto giorni poi sono legati al tempo che gli ormoni della felicità impiegano per raggiungere il loro livello massimo, momento in cui si possono ottenere i maggiori benefici, dopo di che cominciano a calare. Un modo diverso dal tradizionale per trascorrere la vacanza, per renderla veramente un momento di serenità, di riposo, di relax, il modo migliore, come detto anche in precedenza, per ricaricare le batterie. Del resto, agli scettici non resta che provare per credere.

Leggi anche

Seguici