Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Come preparare le Tisane naturali per sconfiggere il Gonfiore Addominale

Il gonfiore addominale può essere combattuto mangiando regolarmente e con calma ma anche con tisane naturali a base di erbe carminative e calmanti. Si può scegliere fra varie piante come finocchio, melissa, anice, cardomomo, zenzero e tante altre da acquistare in erboristeria

di Redazione

12 Giugno 2015





Come preparare le Tisane naturali per sconfiggere il Gonfiore Addominale

Il gonfiore addominale può manifestarsi in seguito ad un pasto eccessivamente abbondante o frettoloso o a causa di alcune patologie, come ad esempio il colon irritabile.

In natura vi sono molte erbe che svolgono un’azione efficace contro il gonfiore addominale e che si possono utilizzare per preparare ottime tisane naturali. Le tisane contro il gonfiore addominale si trovano già confezionate in farmacia o in erboristeria oppure si possono realizzare a casa, dopo aver acquistato le varie piante in erboristeria.

Contro il meteorismo ed i gonfiori si può ricorrere ai semi di finocchio, allo zenzero, al cumino, alla cannella, alla melissa e ai peduncoli di ciliegie; questi ultimi sono molto utili per drenare i liquidi in eccesso. Il finocchio combatte la fermentazione intestinale, il meteorismo e placa eventuali dolori e fastidi; contro gli spasmi è consigliata anche la camomilla che favorisce la digestione. Lo zenzero invece, oltre a migliorare il processo digestivo velocizzandolo, evita il meteorismo e la formazione di gas; altrettanto utile è la cannella e lo zafferano che hanno proprietà carminative.



Per realizzare una tisana naturale bisogna portare a bollore una tazza d’acqua, unire le erbe e lasciare in infusione per circa un quarto Come preparare le Tisane naturali per sconfiggere il Gonfiore Addominaled’ora. In seguito, si filtra e si sorseggia dopo i pasti. Si possono zuccherare ricorrendo al miele o alla stevia un dolcificante naturale che non apporta calorie.

Nel caso in cui si scelgano tisane già pronte è opportuno non superare le dosi riportate in etichetta ed attenersi alle indicazioni fornite.

Gli ingredienti possono essere variati, anche in base ai suggerimenti dell’erborista. Fra le tante possibilità si possono utilizzare semi di finocchio, menta e camomilla oppure cumino, zenzero e cannella o ancora zafferano, cardamomo e fiori di lavanda.

Anche le erbe possono avere delle controindicazioni e non sono adatte a chi assume particolari farmaci o soffre di allergie; in caso di gravidanza è sempre necessario chiedere il parere del proprio ginecologo.

Leggi anche

Seguici