Questo sito contribuisce
all'audience di

 

5 convinzioni popolari sull’Igiene Intima femminile che sono da evitare

L’igiene intima è un tema molto delicato sul quale esistono ancora molti falsi miti che possono risultare dannosi, come per esempio lavarsi in maniera eccessiva o utilizzare prodotti aggressivi e con un pH non adatto

di Redazione

10 Giugno 2015





5 convinzioni popolari sull’Igiene Intima femminile che sono da evitare

Bandire alcun false credenze relative all’igiene intima è fondamentale e doveroso per evitare l’insorgenza di arrossamenti o altre patologie.

L’igiene intima riveste un ruolo di grande importanza anche durante la gestazione perché permette di prevenire alcune infezioni che possono avere gravi ripercussioni anche sulla salute del feto. Inoltre, è bene non trascurare mai di recarsi regolarmente dal ginecologo sottoponendosi anche al pap test, un esame salvavita perché permette di individuare il cancro alla cervice.

Ecco le cinque convinzioni popolari sull’igiene intima più diffuse.

1 Eccessi. Ricorre con troppo frequenza a lavaggi intimi è deleterio perché si altera l’equilibrio naturale della parte. E’ importante lavarsi con attenzione, utilizzando un buon detergente e acqua che non sia troppo caldo. Altrettanto fondamentale è asciugarsi in maniera delicata ed efficace, senza strofinare ma ricorrendo ad un telo di spugna morbido.



2 Prodotti specifici. Per evitare l’insorgenza di flogosi, irritazioni o altri problemi è necessario ricorrere sempre a detergenti ad hoc, non aggressivi e con formule delicate e neutre. In commercio si trovano prodotti arricchiti con ingredienti naturali, lenitivi e antiodore.

5 convinzioni popolari sull’Igiene Intima femminile che sono da evitare 3 Pulizia interna. Si tratta di un comportamento che se non eseguito correttamente può essere molto pericoloso e dannoso. Nella maggioranza dei casi, è sufficiente procedere ad un normale lavaggio con acqua tiepida e un buon sapone.

4 Salviette. Rinfrescanti e comode alla lunga possono interferire sulle caratteristiche della pelle, alterando il ph delle mucose e mettendo a rischio le colonie di batteri buoni. Sono perfette per le situazioni di emergenza, per esempio in viaggio o quando non si ha la possibilità di rinfrescarsi con l’acqua corrente.

5 Movimento. Per non incorrere in pericolose infezioni, il movimento della mano deve andare dalla vagina verso l’ano e non viceversa. L’obiettivo è evitare che i germi e batteri possano colonizzare la vagina risalendo poi verso le vie urinarie e arrecando numerosi disturbi. In caso contrario si possono sviluppare non soltanto cistiti ma anche altre patologie piuttosto importanti.

Leggi anche

Seguici