Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Come fare il Pane buono in casa senza usare il Forno

Si tratta di un pane alternativo che può essere la soluzione giusta per fare qualcosa di diverso, per stupire gli amici, per assaggiare un alimento tipico di paesi lontani.

di Daniele Lisi

08 Giugno 2015





Pane crudistaCome fare il Pane buono in casa senza usare il Forno, intendiamoci, non il pane tradizionale, ma qualcosa che gli si avvicina molto. Il pane tradizionale, quello che si compra tutti i giorni dal fornaio sotto casa o al supermercato, o quello che ogni tanto si fa in casa con le proprie mani giusto per fare qualcosa di diverso, per divertirsi, va cotto nel forno, che sia a gas, elettrico o a legna ha poca importanza, anche se quello a legna assicura un risultato inimitabile. Non è possibile fare diversamente, tuttavia se ci si accontenta di qualcosa di diverso, anch’esso buono, il forno non è necessario. Si tratta di alternative che, in particolar modo in estate, possono essere la soluzione giusta per fare qualcosa di diverso, per stupire gli amici, per assaggiare un alimento tipico di paesi anche lontani. Basta solo un po’ di fantasia, imparare alcune ricette nuove, avere o trovare gli ingredienti giusti, ed ecco che del forno si può anche fare tranquillamente a meno. Certo, non sarà la stessa cosa del pane tradizionale, ma vale la pena assaggiare qualcosa di nuovo.

Cominciamo questa carrellata di pane alternativo con il pane crudista. Occorrono 700 gr di semi misti (vanno benissimo i semi di sedano, semi di zucca, di girasole, canapa, sesamo e altri a piacere), 450 gr di acqua, olio extra vergine di oliva, sale quanto basta. La preparazione è abbastanza semplice e, come suggerisce il nome del pane, non necessita di cottura. Mescolare i vari ingredienti accuratamente, frullarli fino ad ottenere un composto omogeneo di una certa consistenza. Ottenuto quello che si potrebbe definire impasto, si forma il pane, dandogli l’aspetto che si preferisce. Si inserisce nell’essiccatore per due ore, poi lo si taglia a fette e lo si lascia riposare così tagliato per una notte. Ha inoltre il vantaggio non da poco di essere senza glutine.



NaanEd ora è la volta del Naan, un pane indiano che non richiede l’utilizzo del forno dal momento che è sufficiente una padella o una pentola antiaderente. Occorrono 400 gr di farina, 200 gr di yogurt naturale, 1 cubetto di lievito di birra, un cucchiaino di miele e il classico sale quanto basta. Sciogliere i lievito di birra e lo yogurt in poca acqua tiepida. Disporre la farina sul piano da lavoro, aggiungervi il sale, realizzare il classico vulcano con la cavità al centro dove andrà versato il lievito e lo yogurt appena sciolti. Impastare fino ad ottenere un composto omogeneo cui si darà la classica forma di palla e farla riposare in un contenitore coperto da un panno per un’ora. Una volta lievitato l’impasto, suddividetelo in tante piccole palline e, con l’aiuto del mattarello si realizzeranno tanti piccoli dischi che andranno cotti nella padella antiaderente facendoli rosolare su entrambe le facce per un paio di minuti.

Ecco ora delle gustose focaccine da cuocere in padella. Occorrono 250 gr di farina, 100 gr di ricotta, un cucchiaio di olio EVO, 120 ml di acqua, 10 gr di lievito di birra, zucchero e sale quanto basta. Versare in una ciotola la farine, la ricotta e l’acqua in cui sarà stato sciolto il lievito di birra con un pizzico di zucchero e impastare. Aggiungere man mano l’olio e il sale e continuare fino ad ottenere un impasto omogeneo e morbido. Fate lievitare per un’ora, come al solito. Stendere poi l’impasto, realizzare un certo numero di dischi e farli cuocere in una padella antiaderente per una decina di minuti, girandoli di tanto in tanto.

È ora la volta dello Chapati, un pane indiano. Occorrono 210 gr di farina Chapatiintegrale, 100 gr di farina bianca, 200 gr di acqua calda, olio EVO, burro fuso e sale quanto basta. Mescolare in una ciotola le due farine aggiungendo l’acqua calda e il sale. Impastare e aggiungere l’olio EVO fino ad ottenere un impasto soffice e omogeneo che andrà lasciato riposare per qualche ora. Formare una serie di palline, stenderle con il mattarello fino ad ottenere dei dischi di 1 mm di spessore cuocerli 1 minuto per lato in una padella antiaderente. Spennellarli con il burro fuso e servire ben caldi.

Leggi anche

Seguici