Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Sintomi e Causa dell’Alzheimer, dalla Birra una speranza anche contro il Parkinson

Alzheimer e Parkinson sono malattie degenerative neurologiche per le quali non esiste una cura definitiva e, inoltre, negli ultimi anni l’età di esordio del Parkinson si è ulteriormente abbassata.

di Daniele Lisi

28 Maggio 2015





AlzheimerSintomi e Causa dell’Alzheimer, dalla Birra una speranza anche contro il Parkinson, la malattia degenerativa del sistema nervoso che oggi esordisce sempre prima rispetto al passato. Alzheimer e Parkinson sono malattie che potenzialmente possono colpire chiunque, nessuno può effettivamente ritenersi al sicuro, ed è per questo che, una volta superata una certa età, rappresentano molto più di uno spauracchio per parecchie persone. Sono malattie per le quali al momento non esiste una cura risolutiva, un po’ meno per il Parkinson che comunque consente una sopravvivenza più lunga, visti anche alcuni passi avanti fatti negli ultimi anni, passi avanti che però non fanno altro che rallentare un po’ l’evolversi della malattia. Inoltre, negli ultimi anni, l’età di esordio del Parkinson si è ulteriormente abbassata, non si tratta di una regola fissa diciamo così, ma oggi sono più frequenti i casi di Parkinson giovanile, e la vicenda di Michael J. Fox ne è un esempio lampante. La malattia lo ha colpito da una quindicina d’anni e il fatto che sia ancora tra noi dimostra i progressi della medicina che è riuscita quindi ad allungare sensibilmente l’aspettativa di vita.

Per l’Alzheimer invece e purtroppo la situazione è decisamente più complicata, in quanto al momento non è disponibile una cura che ne possa almeno rallentare significativamente l’evoluzione. La ricerca tuttavia sembra aver fatto dei passi avanti e, almeno si spera, che nel giro di qualche anno si possa formulare finalmente una terapia in grado di risolvere anche se solo parzialmente il problema. Al momento è possibile solo avere uno stile di vita in grado di ridurre il rischio di ammalarsi, e questo già potrebbe essere considerato un piccolo successo. Senza poi contare che, con cadenza quasi mensile, vengono pubblicate delle notizie su una serie di scoperte che riaccendono le speranze in molti malati.



BirraUna delle ultime in ordine di tempo, risale più o meno ad inizio anno in corso, riferisce di una ricerca cinese finanziata dalla Lanzhou University e dalla National Science Fondation della Provincia di Gansu che sembrerebbe aver individuato in un composto della birra, del luppolo per la precisione., un composto in grado di proteggere le cellule cerebrali, e quindi potenzialmente in grado di contrastare in qualche modo sia Alzheimer che Parkinson. Ovviamente il condizionale è d’obbligo, perché si è appena alla prima fase della ricerca e i risultati si sarebbero ottenuti su cellule cerebrali umane coltivate in laboratorio.

Purtroppo, come detto anche in un altro recente articolo, non sempre ciò che si ottiene in laboratorio è poi perfettamente replicabile in vivo, ovvero su un paziente umano, ma questo non vuol dire che i risultati ottenuti non siano degni di attenzione, di essere presi seriamente in considerazione. Gli autori della ricerca hanno testato la sostanza presente nel luppolo sulle cellule cerebrali umano e hanno potuto constatare che tale sostanza potrebbe proteggere i neuroni, per cui si potrebbe anche affermare, a detta degli autori della ricerca, che tale sostanza potenzialmente potrebbe rallentare anche sensibilmente lo sviluppo delle malattie neurologiche.

Per ora solamente teorie, supportate da qualche risultato ottenuto in Alzheimerlaboratorio e quindi, come detto in precedenza, non su pazienti umani. È evidente che la ricerca richiede ora altre verifiche e ancora altri studi per cercare di capire meglio, per cercare di dare un senso ai risultati di uno studio di laboratorio. Questo studio cinese potrebbe comunque rappresentare un buon punto di partenza per arrivare finalmente alla formulazione di una terapia in grado di rallentare l’evoluzione della malattia, anche se occorrerà ancora del tempo prima di poter ottenere qualcosa di concreto.

Leggi anche

Seguici