Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Aveva mal di testa e naso chiuso, dopo 44 anni fa questa scoperta incredibile

La vicenda raccontata dal Mirror, un noto giornale del regno Unito, vede come protagonista un 51enne di Camberley, Steve Easton.

di Daniele Lisi

28 Maggio 2015





Steve EastonAveva mal di testa e naso chiuso, dopo 44 anni fa questa scoperta incredibile che lascia in qualche modo esterrefatti. La vicenda raccontata dal Mirror, un noto giornale del regno Unito, vede come protagonista un51enne di Camberley, Steve Easton, che per oltre 40 anni ha dovuto convivere con un problema che nessun medico era riuscito ad eliminare. Pur avendo fatto diverse visite, sia in ospedale che presso qualche specialista, nessuno era stato in grado di venire a capo del suo malessere che lo tormentava da tempo. Forti mal di testa e problemi respiratori continui, questi erano i sintomi con cui doveva convivere lo sfortunato Steve Easton, ma tutti i medici interpellati erano alla fine stati concordi: rinite allergica, questa la solita diagnosi che però non gli consentiva di risolvere il problema, nonostante le cure che gli venivano prescritte, ora da un medico, ora da uno specialista. A volte capita che quando ci si reca sempre dallo stesso medico lamentando un problema qualsiasi, che nonostante successive indagini non porta ad una diagnosi certa, il medico tende a sottovalutare il problema e a considerare il paziente alla stregua del malato immaginario di Molière.

Ovviamente si tratta di casi limite che tuttavia si verificano più spesso di quanto si possa immaginare, e la vicenda del 51enne di Camberley, Steve Easton, ne è l’esempio lampante. Per fare luce sulla vicenda è necessario fare un passo indietro, a quando Steve era un bambino che giocava con la sua pistola giocattolo, una di quelle che sparano piccole frecce di plastica dotate di un gommino alla punta. Bene, un giorno i suoi genitori si accorsero che uno dei gommini era sparito, e tutte le ricerche per ritrovarlo diedero esito negativo. Con il trascorrere del tempo, la vicenda finì inevitabilmente nel dimenticatoio e nemmeno il comparire dei sintomi citati in precedenza fecero venire in mente che il responsabile potesse essere il gommino.



GomminoDel resto, le visite cui fu sottoposto il bambino diedero tutte esito negativo, e quindi prese piede la convinzione che si trattasse di una banalissima, ma poi non tanto, rinite allergica. Passano gli anni, ben oltre i 40, e la situazione del paziente non cambia, anzi, si potrebbe quasi dire che peggiora. Mal di testa frequenti e severi e i soliti problemi respiratori, fastidi che fanno compagnia a Steve Easton per tutta la vita, una presenza indesiderata da cui il 51enne inglese non riesce a liberarsi. Ma un giorno il fato che tanti anni prima era stato in un certo senso maligno con il piccolo Steve, vuole rimettere le cose a posto, e lo fa anche in modo banale.

Un giorno, afflitto più del solito da quella che riteneva ormai essere certamente una rinite allergica, Steve si soffia il naso con maggior vigore, per liberarsi dal muco che non lo faceva respirare e, con sua grande sorpresa, si ritrova nel fazzolettino il gommino della pistola giocattolo, un oggetto grande come una moneta, che era rimasto li per tanti anni, causandogli tutti quei problemi e malesseri, spesso severi, che lo avevano tormentato per tutto quel tempo. Ed ecco che finalmente i suoi problemi spariscono come per incanto.

SteveTutto è bene quel che finisce bene, si potrebbe dire giusto per vedere il bicchiere mezzo pieno piuttosto che mezzo vuoto. Viene tuttavia naturale chiedersi come sia potuto accadere che i medici non si fossero mai accorti della presenza del gommino. Certamente si tratta di un oggetto non rilevabili ai raggi x, ma una visita di un otorino un po’ più approfondita, in qualche modo avrebbe dovuto rilevare la presenza indesiderata. I misteri della sanità.

Leggi anche

Seguici