Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Cosa succede nel nostro Cervello durante un Orgasmo, sequenza fotografica

Presso la Rutgers University del New Jersey è stato realizzato un esclusivo filmato dal quale si intuisce chiaramente quali siano le aree del cervello che si attivano durante il raggiungimento dell’orgasmo. Il lavoro è stato poi pubblicato dal giornale Guardian e ripreso da tantissimi siti internet

di Redazione

27 Maggio 2015





Cosa succede nel nostro Cervello durante un Orgasmo, sequenza fotografica

I ricercatori della Rutgers University del New Jersey hanno portato avanti un progetto di studio per capire cosa accada nel cervello durante l’orgasmo. Attraverso l’utilizzo di uno scanner è stato possibile scattare numerose fotografie al cervello, permettendo di svelare molti meccanismi ignoti fino ad ora.

L’esperimento ha visto protagonista la terapeuta Nan Wise che è stata stimolata sessualmente mentre lo speciale macchinario registrava le immagini ogni due secondi. I parametri presi in esame riguardano le aree celebrali attivate ma anche le variazioni relative ai livelli di ossigeno nel sangue. I ricercatori hanno voluto chiarire come sia possibile che a partire dalla stimolazione genitale si possa arrivare all’orgasmo e che funzione avesse il cervello.



Grazie a questa ricerca è stato evidenziato che nello’rgasmo vengono coinvolte, complessivamente, ottanta aree differenti dell’intelletto che, subito dopo, riprendono la loro normale attività.

Gli studiosi statunitensi hanno ottenuto un filmato della durata di cinque minuti attraverso il quale viene evidenziato da dove parte la sensazione di piacere e come si arrivi al rilascio dell’ossitocina, l’ormone responsabile dell’orgasmo. Il responsabile dello studio, il Professor Komisaruk, ha spiegato che si tratta di un processo complesso Cosa succede nel nostro Cervello durante un Orgasmo, sequenza fotograficache inizia nella corteccia sensoriale per poi spostarsi nell’area limbica, ossia quella deputata alle sensazioni e della memoria. In seguito arriva al cervelletto e alla corteccia frontale giungendo fino all’ipotalamo. E’ proprio qui che si attiva un meccanismo che decreta la produzione di ossitocina e quindi anche la sensazione dell’orgasmo.

Si tratta di uno studio di grande rilevanza scientifica perché permette di individuare un percorso di cura per alcune patologie, come l’impossibilità di arrivare a provare un orgasmo. Inoltre, definisce in maniera perfetta come si giunga a sentire la sensazione piacevole dell’orgasmo in seguito alla stimolazione geitale.

E’ un punto di partenza per scoprire i legami profondi che esistono fra il nostro corpo e il cervello dove vengono elaborati gli stimoli a cui veniamo sottoposti.

Leggi anche

Seguici