Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Come Lavare le Mani, Consigli per Prevenire le Infezioni più diffuse

Esistono delle vere e proprie regole guida per l’igiene delle mani, come lavarle accuratamente, perché è con esse che si entra a contatto con il mondo esterno.

di Daniele Lisi

15 Maggio 2015





Lavare le maniCome Lavare le Mani, Consigli per Prevenire le Infezioni più diffuse perché con le mani si tocca un po’ tutto ciò che ci circonda. Esistono delle vere e proprie regole guida per l’igiene delle mani, come lavarle accuratamente, perché è con esse che si entra a contatto con il mondo esterno, per cui è facile venire a contatto con germi, batteri e virus che possono rappresentare un serio percolo per la salute. Non è possibile contare sempre sulla propria buona stella, quella che in qualche modo ci tiene al riparo dai pericoli e dalle minacce più svariate, è necessario fare anche la propria parte per limitare al massimo un rischio reale a cui non si pensa quasi mai. I sostegni dei mezzi pubblici, il corrimano di una scala, la pulsantiera di un ascensore, senza poi dimenticarsi  dei soldi, anche se questi sono stati in buona parte sostituiti dalle carte di credito o dai Bancomat. Certamente, almeno nel nostro paese, non si paga il caffè con la carta, ma si utilizza il contante che, passando continuamente di mano in mano, è la fonte perfetta di infezioni e altri pericoli.

Quindi, anche in questo caso come spesso avviene, la parola d’ordine è “prevenzione” , e il solo modo per metterla in atto è quella di adottare un rigoroso metodo di pulizia delle mani, dal momento che non è possibile andare in giro con le mani sempre protette da guanti. Non bisogna poi limitarsi a lavare le mani solo quando queste sono sporche, perché in effetti lo sono sempre, anche se non ce ne accorgiamo. Lo sono anche se tocchiamo qualche oggetto in casa perché non è affatto detto che quel tale oggetto sia completamente pulito, privo di impurità e batteri, che potrebbero averlo contaminato in un modo qualsiasi, anche il più banale.



Sapone liquidoLe mani vanno lavate quindi a prescindere, soprattutto poi se si devono per un motivo qualsiasi portare alla bocca, come per mangiare, assumere un farmaco, soffiarsi il naso, mettere la mano davanti alla bocca per coprire uno sbadiglio, azione che si fa quasi naturalmente anche se si è soli. Vanno a maggior ragione lavate se si sono frequentati locali pubblici, anche se non affollati in quel momento, ma che lo potrebbero essere stati prima del nostro arrivo, così come se si accarezza l’amico cane o l’amico gatto, in particolar modo poi se non si tratta di quello con cui si coabita. Bisogna sempre prestare attenzione ai propri comportamenti perché così non si protegge solo se stessi, ma anche le persone con cui si vive e che potrebbero essere esposte ad una qualsiasi contaminazione per una nostra negligenza.

Infine bisogna ricordarsi sempre che prima di disinfettare una ferita qualsiasi, anche un banale taglietto, è necessario lavarsi accuratamente le mani, meglio ancora utilizzare guanti sterili. Prima di lavarsi le mani è necessario togliersi anelli, orologi o qualsiasi altro oggetto che potrebbe impedire un corretto lavaggio. Utilizzare sempre il sapone liquido al posto della saponetta che a sua volta potrebbe essere attaccata da germi quando la si ripone sull’apposito supporto. L’acqua deve essere calda in quanto alcuni germi non resistono al calore e le mani poi vanno asciugate, in particolar modo nei bagni pubblici, con le apposite salviette usa e getta o con gli apparecchi a getto di aria calda.

Asciugare le maniNon basta insaponarsi superficialmente, ma è necessario strofinare accuratamente il palmo e il dorso delle mani, arrivando fino ai polsi o anche oltre durante il periodo estivo, visto che si ha una maggior parte di braccio esposto. Strofinare accuratamente dita e spazio tra di esse, e anche la pelle sotto le unghie che, per inciso, vanno tenute sempre corte, e il tutto deve durare almeno una trentina di secondi. Molti potrebbero considerare questi suggerimenti alquanto banali, ma basta guardarsi intorno in un bagno pubblico per rendersi conto che così non è.

Leggi anche

Seguici