Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Sindrome delle Gambe senza riposo, come riconoscere e curare questo disturbo

Questo disturbo si manifesta come il bisogno di muovere le gambe continuamente, un bisogno incontrollabile, e questo avviene in particolar modo nelle ore notturne.

di Daniele Lisi

29 Aprile 2015





GAmbe senza riposoSindrome delle Gambe senza riposo, un disturbo abbastanza semplice da riconoscere ma difficile da curare. Infatti, non esiste una terapia farmacologica in grado di risolvere il problema, ma questo va affrontato con una serie di interventi che possono in qualche modo limitarlo. Questo disturbo si manifesta come il bisogno di muoverle continuamente, un bisogno incontrollabile, e questo avviene in particolar modo nelle ore di riposo e di relax, ovvero di notte, anche se è possibile che lo stesso avvenga anche in determinate ore del giorno. Chi ne soffre riferisce di avvertire sensazioni simili a quelle che si avvertono in caso di crampi, formicolii, scosse, prurito e anche dolore. In sostanza, una serie di disturbi che fanno sì che le gambe si debbano muovere in continuazione, perché solo in questo modo si riesce a ridurre anche se di poco il fastidio. Si tratta d un fastidio che colpisce solitamente le gambe, con prevalenza femminile, ma non è detto che non interessi anche le braccia, anche se questa eventualità è decisamente meno frequente. Convivere con questo problema è poco piacevole, anche perché come detto in precedenza, non esiste una cura risolutiva.

Le cause sono molteplici e tra queste in primo luogo la carenza di ferro, dovuta ad una alimentazione poco attenta a questa necessità dell’organismo, ma anche ad alcune patologie che ne alterano il fabbisogno, come ad esempio il Parkinson, il diabete, artrite reumatoide, insufficienza renale e in minor misura anche altri disturbi. Può essere anche la conseguenza di un evento traumatico che in qualche modo abbia prodotto delle lesioni ai nervi, ma potrebbe dipendere anche dall’assunzione di alcuni farmaci che in qualche modo determinano questi effetti collaterali.



GambeTra questi vanno ricordati gli antidepressivi, quelli che si assumono per contrastare la nausea, i farmaci per il diabete, gli antiallergici, ma anche quelli utilizzati per la cura dell’ipertensione e di malattie cardiache.
La diagnosi non presenta particolari difficoltà, e si basa anche su di una attenta anamnesi del paziente, anche perché i sintomi sono praticamente inequivocabili. Quello che invece è un po’ meno semplice è la cura dal momento che non esiste di fatto una terapia mirata, specifica, in grado di risolvere completamente il problema. È possibile cercare di intervenire sulle cause scatenanti, se presenti, come ad esempio la mancanza di ferro o ricorrendo alla sospensione dell’assunzione di un farmaco, sempre che la cosa sia possibile, e in tal caso la sintomatologia tende a ridursi progressivamente, fin quasi a sparire. Il problema principale della Sindrome delle Gambe senza riposo è che non consente un buon riposo.

Ecco quindi che una cattiva qualità del sonno potrebbe anche disturbare seriamente anche le normali attività della giornata, per cui questa sindrome potrebbe n qualche modo risultare un serio problema per i soggetti che svolgono una attività lavorativa che richiede una particolare attenzione e prontezza di riflessi, come ad esempio l’utilizzo di determinate apparecchiature, la guida d mezzi pubblici e altro ancora. Come detto in precedenza, non esiste una cura specifica risolutiva, tuttavia è possibile ricorrere ad alcuni farmaci, sempre dietro prescrizione medica, in grado di alleviare i sintomi.

GambeÈ poi possibile ricorrere ad alcuni rimedi naturali che in qualche modo possono essere di grande aiuto come ad esempio lo sport, lo yoga e gli esercizi di stretching che riescono a tenere a bada lo stress, una delle componenti fondamentali della sindrome, e quindi aiutano a distendere. Infine è possibile affidarsi ad alcune tisane rilassanti a base di erbe naturali come la camomilla, melissa, passiflora, e valeriana, tutte in grado di favorire il rilassamento, tisane che ovviamente vanno assunte la sera prima di coricarsi.

Leggi anche

Seguici