Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Come usare la Curcuma per rinforzare Corpo e Mente

Per utilizzarla per rinforzare mente e corpo e quindi per migliorare le prestazioni mentali e anche quelle fisiche sono necessari alcuni ingredienti con i quali si realizza una eccellente bevanda.

di Daniele Lisi

25 Aprile 2015





CurcumaCome usare la Curcuma per rinforzare Corpo e Mente, una spezia che non smette mai di stupire per le sue innumerevoli ed eccellenti proprietà che la rendono una vera amica della salute. Fino a qualche anno fa era praticamente sconosciuta, tanto è vero che era di assai difficile reperibilità, non la si trovava nei banchi dei supermercati assieme alle altre spezie, anche se poi la si assumeva lo stesso quando si utilizzava il curry, la nota miscela di spezie di origine indiana di cui fa parte anche la curcuma. Il suo principio attivo, la curcumina, la rende particolarmente interessante, e negli ultimi anni è stata presa in seria considerazione anche dalla ricerca scientifica che ne ha evidenziato un po’ tutte le eccellenti proprietà. La notorietà che le è derivata da questi studi effettuati un po’ ovunque, ne hanno fatto crescere la richiesta da parte dei consumatori, ben più attenti rispetto ad un tempo a tutte queste cose, e quindi oggi fa bella mostra di sé, assieme alle altre spezie, un po’ in tutti i supermercati. In alternativa, la si trova facilmente anche online.

Per utilizzarla per rinforzare mente e corpo e quindi per migliorare le prestazioni mentali e anche quelle fisiche sono necessari alcuni ingredienti con i quali si realizza una eccellente bevanda. Occorrono del tè verde, acqua, 1 limone, la buccia grattugiata di mezzo limone, del miele e, ovviamente i cucchiaino di curcuma in polvere. La preparazione è abbastanza semplice e bisogna procedere in questo modo. Fare bollire l’acqua in un pentolino e aggiungere il tè verde, la curcuma e la scorza di limone. Quando l’acqua riprende a bollire nuovamente, spegnere la fiamma e lasciare riposare per circa 5 minuti, dopo di che aggiungere il miele e il succo di un mezzo limone.



InfusoAssumere la bevanda solo al mattino, a digiuno, prima di fare colazione. Si potrà contare così sulle ottime proprietà dell’infuso che consentirà di essere perfettamente in forma per tutta la giornata. Questi benefici non derivano solo dalla curcuma, ma anche dal tè verde e dal limone che, come ampiamente e più volte evidenziato su queste pagine, è un potente alcalinizzante, reso ancor più efficace dalla presenza del miele, consentendo quindi di regolare il pH dell’organismo che invece è tendente all’acido e, ormai si sa, ad una condizione acida corrisponde una non buona salute, mentre se il pH tende all’alcalino la salute sarà sicuramente migliore.

Ma le proprietà della curcuma, o meglio, del suo principio attivo la curcumina, non sono solo queste. È un antinfiammatorio naturale particolarmente potente, in grado quindi di migliorare e combattere tutte quelle infiammazioni che si protraggono nel tempo e che possono anche non essere avvertite dal soggetto che ne soffre. Queste infiammazioni sono anche alla base di diverse e gravi patologie, come quelle cardiovascolari e gli stessi tumori, per cui si rivela essere essenziale per la salute dell’organismo. I pazienti in cura antiaggregante, con la cardioaspirina ad esempio, dovrebbero consumare la curcuma con una certa moderazione in quanto la curcumina potrebbe potenziare l’effetto del farmaco e quindi esporli ad un maggior rischio emorragico, per cui è bene che ne parlino con il proprio medico curante.

Infine, alcune recenti ricerche sembrerebbero confermare le proprietà antitumorali della curcuma, non solo come prevenzione, ma anche Curcumaper contrastare l’evolversi della malattia, tanto è vero che alcuni medici la consigliano ai loro pazienti oncologici. Anche i questo caso il condizionale è d’obbligo, perché se è pur vero che alcune ricerche sembrano andare i questa direzione, è altrettanto vero che servono anche tante altre conferme che possono arrivare solo da una ulteriore fase di ricerca. In tutti i casi, male non fa, e in cucina può essere utilizzata un po’ ovunque, a partire dalle insalate, per finire al condimento dei risotti, dei minestroni, dello stesso yogurt. Assaggiare per credere.

Leggi anche

Seguici