Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Come stai? Guardati allo Specchio, il Viso riflette la Salute degli organi

Guardarsi allo specchio solo per cercare di tenere più o meno sotto controllo gli effetti del tempo che passa è sbagliato perché il viso più rivelare anche altre cose.

di Daniele Lisi

23 Aprile 2015





Mappa visoCome stai? Guardati allo Specchio, il Viso riflette la Salute degli organi, così come gli occhi sono lo specchio dell’anima, come si suol dire, e questo corrisponde al vero. Guardarsi allo specchio solo per cercare di tenere più o meno sotto controllo gli effetti del tempo che passa, come fanno la maggior parte delle persone, è sbagliato perché il viso più rivelare anche altre cose, è una sorta di cartina di tornasole per controllare la salute in generale. La medicina tradizionale cinese da sempre osserva il viso dei pazienti per scoprire eventuali malattie, disturbi, e negli anni ha affinato questa tecnica che un omeopata tedesco, tale Wilhelm Schuessler, nel 1800 introdusse per primo nel mondo occidentale. Da allorasi sono sviluppate  una serie di linee guida per cercare di dare un significato alle espressioni facciali, o meglio, a ciò che mostra il viso e, addirittura, alcuni testi di medicina tradizionale contengono delle dettagliate descrizioni dei sintomi legati a particolari condizioni fisiche, facendo anche in questo caso una sorta di mappa facciale, perché ciascuna zona del viso è lo specchio di una determinata parte del corpo.

Facendo una rapida carrellata delle zone del viso e della loro corrispondenza con i vari organi, la fronte è associata a diversi organi e, nello specifico, quelli più significativi sono cuore, vescica e intestino tenue. Una congestione o una qualsiasi altra manifestazione anomala che si dovesse presentare sulla fronte potrebbe voler dire che il corpo non riesce a disintossicarsi nella maniera corretta. Un arrossamento, invece, potrebbe essere il sintomo che l’intestino, o meglio, il sistema digerente nel suo complesso non funziona a dovere. La zona della fronte immediatamente al di sopra delle sopracciglia corrisponde al fegato, per cui un arrossamento o un qualsiasi altro segno di malessere potrebbe voler dire che il fegato necessita di aiuto.



VisoIl mento è lo specchio dei reni e della vescica. Se in una persona adulta si presenta una congestione in quella parte del viso, vuol dire che i reni non funzionano a dovere o che, comunque, sono sottoposti ad un superlavoro per cui non riescono a svolgere correttamente la loro funzione. Stesso discorso per la vescica che potrebbe essere infiammata o interessata da una cistite o da un qualsiasi altro problema. Il mento è anche la spia di un qualsiasi squilibrio ormonale, per cui è bene non sottovalutare eventuali arrossamenti o altri disturbi della pelle in quella parte del viso.

Le guance sono legate allo stomaco e al sistema respiratorio. Una qualsiasi anomalia, un foruncolo che si presenta sempre allo stesso posto, una eruzione cutanea che non viene persa seriamente in considerazione, posso invece essere sintomi di un problema respiratorio o anche di un fastidio allo stomaco, anche se questo solitamente viene evidenziato anche da altra sintomatologia ben più evidente e a volte dolorosa.

Bocca e gengive sono poi legate per lo più allo stomaco e all’intestino, per cui se si dovessero scorgere delle macchie queste potrebbero essere un sintomo di una insufficiente e lenta attività intestinale, una motilità intestinale non proprio efficiente, quindi legata anche a problemi di stipsi. VisoGengive sanguinanti, oltre a problemi di placca, potrebbero esser legate ad acidità di stomaco, così come le labbra secche sono un chiaro sintomo di disidratazione. Insomma, è necessario imparare a guardarsi allo specchio, ovviamente senza farne una ossessione, cercando di cogliere quei piccoli segnali che potrebbero essere una richiesta d’aiuto da parte dell’organismo, richiesta che il più delle volte cade nel vuoto. La mappa allegata è un piccolo esempio di quello appena detto. Osservandola sarà facile imparare a guardarsi meglio allo specchio, non solo per cercare di scovare l’ennesima indesiderata ruga.

Leggi anche

Seguici