Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Dimmi quanto sono lunghe le tue dita della tua mano e ti dirò chi sei

Dall’osservazione delle mani si possono desumere interessanti informazioni caratteriali, anche senza essere un esperto; infatti, la lunghezza delle dita svela dettagli interessanti sulla personalità e sul modo di rapportarsi agli altri. Per capire chi siete e chi avete accanto continuate la lettura

di Redazione

20 Aprile 2015





Dimmi quanto sono lunghe le tue dita della tua mano e ti dirò chi sei

Le mani possono rivelare molti aspetti della nostra personalità. Un modo semplice e diretto per capire chi si è veramente nella nostra profondità consiste in un semplice test  eseguibile in qualsiasi momento. E’ sufficiente considerare la lunghezza delle dita. Per prima cosa si misura la lunghezza dell’anulare in rapporto alle altre dita. Chi lo ha meno lungo rispetto all’indice è sicuro di sé, autonomo e indipendente.

Invece, se l’anulare è più lungo si è dotati di grande personalità e si è portati verso incarichi di prestigio. Le mani con questa caratteristica sono affusolate e quindi molto eleganti.

Fra le tante tipologie di mani ve ne sono alcune in cui l’anulare e l’indice hanno la stessa lunghezza. Secondo gli esperti si tratta di personalità portate alla tranquillità e ai buoni rapporti interpersonali. Inoltre, questa caratteristica fisica indica, quasi sempre, che  si ha molta cura ed amore per il prossimo.



Alcune ricerche scientifiche hanno evidenziato che la lunghezza dell’anulare sia determinata da fattori ormonali e, più precisamente, dalla percentuale di estrogeni e testosterone assorbito nel corso della gestazione. Attraverso lo studio si è verificato che l’anulare più corto dell’indice è tipico di persone che hanno avuto una maggiore quantità di ormoni estrogeni, quindi femminili. In generale, l’anulare più lungo rispetto all’indice esprime doti come coraggio, determinazione e capacità di riuscire in alcuni sport ed attività scientifiche. Si tratta, inoltre, di un dettaglio Dimmi quanto sono lunghe le tue dita della tua mano e ti dirò chi seiappartenente più spesso al genere maschile piuttosto che a quello femminile.

Oltre alla lunghezza delle dita, altri fondamentali dettagli si possono desumere esaminando , più in generale, la forma complessiva delle mani e delle unghie ma anche alcuni comportamenti specifici. Per esempio, il mangiarsi le unghie,ossia l’ onicofagia, o strapparsi le pellicine potrebbero indicare personalità nervose o ansiose che cercano una valvola di sfogo in questi gesti ripetuti.

A determinare i comportamenti e i risvolti caratteriali però, incidono anche altri fattori come l’educazione ricevuta e le esperienze accumulate.

Leggi anche

Seguici