Questo sito contribuisce
all'audience di

 

8 Errori Commessi (un po’ da tutti) per Dimagrire Velocemente

Per dimagrire ci vuole, oltre a costanza e convinzione, anche una certa attenzione, in modo da evitare di fare alcuni errori che in qualche modo possono rendere vani i sacrifici.

di Daniele Lisi

13 Aprile 2015





DimagrireDimagrire velocemente, una necessità e anche un auspicio per molti di coloro che sono costretti a portare a spasso dei chili di troppo che, in particolar modo nel periodo estivo, sembrano diventare ancor più ingombranti. Dimagrire velocemente, o anche senza avere fretta, non è mai una passeggiata, non è mai facile, e spesso sono richiesti dei sacrifici, non poche rinunce, ma anche una certa costanza sia nel rispettare la dieta che nel dedicarsi ad un po’ di attività fisica di tipo aerobico o cardiovascolare, la sola che consente di tornare in forma. Per dimagrire ci vuole, oltre alle cose appena citate, anche una certa attenzione, in modo da evitare di fare alcuni errori che in qualche modo, chi più chi meno, possono rendere vani i sacrifici, possono rendere ancor più arduo il cammino intrapreso per rimettersi in forma, a prescindere se si desideri avere dei risultati quasi immediati, o se ci si arma di pazienza accontentandosi di procedere per gradi. È necessario quindi anche sapere quali sono gli errori che si fanno più comunemente, in modo da poterli evitare, così da poter raggiungere più facilmente l’obiettivo.

Uno degli errori più comuni, quello che è più facile fare in assoluto, soprattutto poi se si ha la fortuna di consumare i pasti in casa, è quello di farlo davanti alla televisione accesa. A parte che, se si mangia in compagnia, la televisione è il mezzo perfetto per ridurre ancor più i rapporti interpersonali, ma l’impatto sulla dieta lo si potrebbe anche definire devastante in quanto si perde la percezione di ciò che si mangia e, soprattutto, della quantità degli alimenti che si assumono. Infatti si può essere facilmente distratti da ciò che si vede, dalla notizia importante o anche solo interessante, che potrebbe distogliere l’attenzione dal piatto, e si corre quindi il rischio di mangiare più del dovuto. Quindi, prima regola, niente distrazioni.

JoggingBisogna porsi degli obiettivi realistici, mai quindi sperare di ottenere dei risultati eclatanti in poco tempo, come ad esempio perdere 8-10 chili nel giro di una settimana o poco più. Teoricamente questo sarebbe anche possibile, ma lo si può ottenere, forse sia chiaro, solo ricorrendo a certe diete iperproteiche che, nel lungo periodo, rappresentano un serio rischio per la salute, come del resto testimoniano diverse persone che, fiduciose all’inizio, sono state costrette a sospendere la dieta iniziata. Per cui è meglio procedere per gradi, senza fretta.



Un altro errore comune è quello di saltare il pasto. A parte che a lungo andare anche questo modo di fare risulta essere deleterio per la salute, non è affatto raro che poi i morsi della fame facciano si che si mangi il doppio, e anche di più, alla prima occasione. Inoltre, saltando il pasto, si rallenta anche il metabolismo e quindi non si bruceranno più le calorie che solitamente si eliminano durante il giorno, anche a riposo.

Se si segue una dieta cui si fa seguire anche una certa attività fisica è bene che il regime alimentare sia bilanciato, ovvero che consenta in qualche modo anche di affrontare l’impegno dell’allenamento, così come non si devono sopravvalutare gli effetti dell’attività fisica perché altrimenti si corre il rischio di non cavare un ragno dal buco, ovvero di non perdere praticamente nulla, o veramente pochissimo.

Ciò che si beve viene spesso sottovalutato sotto l’aspetto dell’apporto calorico. È necessario bere solo acqua e non alcolici, anche se a basso contenuto di alcol, o bevande gassate e zuccherate. Sembra una raccomandazione inutile, dal momento che dovrebbe essere una cosa più che scontata, anche se in effetti per alcuni non lo è.

Non pesarsi di frequente, ma solo una volta a settimana, perché altrimenti il controllo del peso potrebbe diventare una ossessione e in qualche modo incidere, anche negativamente, sulla dieta.

Una trasgressione ogni tanto è consentita. È certamente il modo migliore per affrontare con successo una dieta perché, la piccola gratificazione occasionale, renderà meno frustrante la dieta stessa, e non si correrà quindi il rischio di abbandonarla perché diventata di fatto insostenibile.

Prima colazioneNon eliminare drasticamente alcune categorie di alimenti, altrimenti diventa veramente una dieta difficile da seguire. Questo non significa che non bisogna eliminare i tanti snack che rappresentano un attentato alla salute, oltre che alla forma fisica. Per lo stesso motivo non tralasciare mai di fare la prima colazione, che non deve essere il solo caffè bevuto in fretta, in modo da essere pronti ad affrontare la giornata con la giusta carica di energia, senza quindi dover ricorrere a maritozzi e cornetti vari nel corso della mattinata.

Leggi anche

Seguici