Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Quali sono le alternative per non mangiare Carne? Anche per non Vegetariani

Mangiare troppa carne fa male, lo dice anche l’Organizzazione Mondiale della Sanità, OMS, visto che ne raccomanda un consumo estremamente limitato, non più di 4-5 volte al mese.

di Daniele Lisi

11 Aprile 2015





LegumiQuali sono le alternative per non mangiare Carne? Anche per non Vegetariani che vogliono limitare drasticamente il consumo di carne, la scelta è ampia e consente quindi di fare il pieno di tutte quelle sostanze indispensabili all’organismo. Mangiare troppa carne fa male, lo dice anche l’Organizzazione Mondiale della Sanità, OMS, visto che ne raccomanda un consumo estremamente limitato, non più di 4-5 volte al mese. La ricerca scientifica ha ormai dimostrato che alcune malattie sono legate al consumo di carne, come ad esempio il cancro, tanto è vero che è stata riscontrata una relazione tra morte prematura per tumore e consumo di carne. Ma la carne aumenta anche la tossicità dell’urina, per cui può sovraccaricare i reni e questo può nel tempo essere causa di non poche malattie. E ancora, aumenta il battito cardiaco, incremento che va dal 25 al 50%, condizione che può persistere anche per diverse ore, fino a circa una giornata. E non è tutto, perché mangiare molta carne fa male al fegato e può essere causa anche scorbuto e rachitismo, senza contare altri disturbi, quali il diabete e l’obesità che comunque hanno una relazione con il consumo di carne.

La carne è importante perché fornisce le proteine indispensabili per l’organismo, tuttavia esistono altri alimenti che sono in grado di apportare tutte le sostanze necessarie al buon funzionamento dell’organismo, per cui è possibile in qualche modo fare a meno della carne. La sola cosa cui bisogna fare attenzione è la quantità di ferro giornaliera che non deve mai mancare, che corrisponde per i soggetti adulti a 10 mg, fatta eccezione per le donne in menopausa per le quali la dose sale a 15mg. Ma anche in questo caso è possibile fare a meno della carne in quanto vi sono altre fonti di ferro altrettanto valide, basta sapere solo quali sono.



TofuLe uova sono ricche di ferro, ma anche di colesterolo per cui andrebbero consumate con una certa cautela, non più di un paio di tuorli a settimana, mentre invece largo all’albume ricco di proteine. I pistacchi, come anche altra frutta secca, sono particolarmente ricchi di ferro e inoltre aiutano a controllare il colesterolo. Anche i semi di zucca, non tostati e salati, sono una eccellente fonte alternativa di ferro e possono essere mangiati così al naturale o, se macinati, aggiunti alle insalate, alle minestre, ai cereali e ad altro ancora. Il cioccolato, rigorosamente fondente, è un vero toccasana per la salute e tra l’altro è ricco di ferro, per cui potrebbe essere consumato tutti i giorni, sempre con cautela, ovviamente.

Ferro a parte, tra gli alimenti che possono sostituire la carne si citano i legumi, in particolare i fagioli, non per nulla chiamati un tempo anche la carne dei poveri, proprio perché in grado di assicurare le stesse sostanze della carne ad un costo decisamente più contenuto. Sono una eccellente fonte di proteine, vitamina B e Sali minerali e anche di ferro e aiutano a controllare il colesterolo e si prestano ad un ampio utilizzo in cucina e, cosa da non sottovalutare, sono buoni praticamente in tutte le salse.

Il Tofu, un alimento di origine orientale che si ottiene e dai fagioli di soia, contiene una elevata percentuale di proteine vegetali, per cui risulta essere una più che buona alternativa alla carne. Il Seitan, altro alimento di origine mediorientale, si ricava dalla farina di farro, grano a komut. Ricco di proteine si presta a svariate preparazioni in cucina. Il Tempeh, di origine indonesiana, si ottiene dai fagioli della soia, e si presenta sotto forma di panetti compatti. Ricco di proteine vegetali e totalmente privo di Tempehcolesterolo, si presta a svariate preparazioni in cucina per cui rappresenta un’ottima alternativa alla carne.

I legumi, citati anche in precedenza, sono tradizionalmente una eccellente alternativa alla carne e oltre tutto hanno il vantaggio di fare parte della tradizione culinaria del nostro paese. La quinoa, pianta di origine sudamericana è ricca di proteine, Sali minerali, vitamina E, quindi anche un antiossidante naturale e, oltre tutto, grande amica del sistema cardiovascolare.

Leggi anche

Seguici