Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Il Sostegno Reciproco Aiuta a Raggiungere Risultati Insperati

Mancano due settimane alla Stra-Milano e il Team Megared si prepara correndo i primi 10 km della Brescia Art Marathon.

di Valeria Bonora

25 Marzo 2015





Team Megared

Mancano due settimane alla Stra-Milano, la maratona dove i concorrenti del team MegaRed si vedranno impegnati nella mezza-maratona per la quale si stanno allenando da dicembre. E’ giunto il momento dell’ultima corsa preparatoria, dove correranno i primi 10 km della Brescia Art Marathon, 42,195 Km di strada da percorrere, dove il patrono è da sempre proprio il Dottor Rosa, promotore di “Un passo per il tuo cuore“, il quale ha descritto le linee guida di questa maratona bresciana:

“Una manifestazione che coinvolge oltre 5000 partecipanti in un percorso interamente cittadino. Tre distanze e una non competitiva aperta a famiglie e bambini. Tutti possono dunque partecipare trovando soddisfazione e divertimento. Quest’anno i nostri riferimenti dicono che ci sono al momento molti iscritti in più rispetto alla data odierna dell’anno passato e questo spiega ancora una volta il successo di questo evento che da sempre vuole dare grande attenzione anche alle categorie più deboli”.

Da sempre per gli otto sedentari che hanno cominciato a cambiare la loro vita correndo, l’obiettivo finale non è vincere ma arrivare in fondo, cercando un proprio ritmo, una propria forza. In questo episodio si può però notare che a fare la vera forza di questo gruppo di persone è il sostegno reciproco, gli abbracci, la condivisione, l’aiuto.



Team Megared

Tutti sono arrivati al fondo dei 10 km previsti, tutti correndo, chi con più fatica di altri, chi con l’aiuto dei compagni e chi non ha partecipato alla competitiva ma come spingitrice, spingendo appunto una carrozzina con ragazzi disabili che in questo modo hanno potuto partecipare alla maratona. Ciò che conta è che tutti hanno vinto una cosa più importante: hanno raggiunto il loro obiettivo, insieme.

E’ vero che l’unione fa la forza, da soli non sarebbero arrivati a questo punto, mentre quando più persone concorrono uniti nel volere la stessa cosa, tanto più facile è ottenerla.

Vediamo come hanno affrontato questa sfida gli otto runner: c’è chi ha patito di più e chi di meno, chi pensava di non farcela e chi ha supportato maggiormente gli altri.

 

Inoltre la soddisfazione di aiutare chi è in difficoltà fa sentire ancora più carichi, aiuta ad amare ancora di più questo sport che non è solo individuale come si potrebbe pensare, ma è uno sport dove il “gruppo”, l’amicizia e l’empatia vengono accentuate, coltivate e ampliate.

Team Megared

Leggi anche

Seguici