Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Come Friggere senza impuzzolire casa, trucchi geniali per non lasciare odori

L’odore della frittura viene assorbito dalle stoffe presenti nella casa, a partire dalle tende, per finire alla tappezzeria, ai cuscini, ai tappeti, per cui è bene cercare di evitarli.

di Daniele Lisi

14 Marzo 2015





FriggereCome Friggere senza impuzzolire casa, trucchi geniali per non lasciare che odori, spesso poco gradevoli, rendano la casa una sorta di camera a gas. Oggi le fritture vengono evitate da molti, non tanto per il problema del cattivo odore, bensì per il fatto che molte diete le sconsigliano, così come le sconsigliano anche alcuni regimi alimentari che diete non sono, ma che vengono indicati come quelli amici della salute. Ma ogni tanto una trasgressione è permessa, come del resto recita l’antico adagio latino “semel in anno licet insanire”, per cui una frittura, prima o poi, tra le pareti domestiche si finirà col farla. Come fare allora per evitare il peggio? Tutte le cucine che si rispettino hanno ormai la cappa aspira-odori, che solitamente non scarica i fumi all’esterno dell’abitazione, ma li filtra per mezzo del materiale filtrante di cui è dotata. Ma si sa, quella è una delle cose che non si cambia mai, perché nessuno o in pochi ci pensano, per cui prima o poi non potrà più svolgere correttamente il suo lavoro. Prendere quindi l’abitudine di controllarla e di cambiarla tutte le volte che si ritiene sia necessario.

Per chi abita in campagna la soluzione migliore resta quella di canalizzare la cappa in modo che porti i fumi all’esterno della casa, cosa che in città non è possibile per ragioni di buon vicinato e di buona educazione. E allora non resta che adottare qualche piccolo trucchetto, originale a volte, ma sicuramente efficace, in grado quindi di limitare al massimo il danno. Certo, non si potrà  contare su di una atmosfera tersa, totalmente priva di odori poco piacevoli, ma qualcosa si può fare per rendere il friggere un po’ meno problematico. Per inciso, quando si frigge è altamente consigliabile utilizzare l’olio di oliva, o l’extravergine, perché regge meglio le alte temperature e non produce quindi sostanze nocive per l’organismo, come avviene invece con l’olio di semi.



Cattivi odoriCome primo consiglio, mettere nell’olio freddo, sempre meglio olio di oliva ovviamente, una o più fettine di mela prive dei semi, le quali non solo aiutano a prevenire il cattivo odore, ma si comportano un po’ come cartine di tornasole, diciamo così, in quanto fanno capire quando l’olio raggiunge la giusta temperatura per la frittura, perché comincia a sfrigolare. In questo modo si è liberi di friggere senza problemi, limitando in maniera efficace il fastidio di avere una casa invasa dall’odore di frittura.

È anche possibile spremere all’interno dell’olio mezzo limone e poi mettere direttamente in padella, o nel recipiente utilizzato per friggere, quello che resta del limone, buccia compresa. Donerà un aroma piacevole al fritto, anche perché spesso alle frittura si aggiunge del limone come condimento, e in più eliminerà tutti gli odori.

Il fritto di pesce è quello che si fa più di frequente ed è anche quello che crea la maggior parte dei problemi, ma anche per questo vi è la soluzione giusta. Mettere a bollire in un pentolino posto vicino al tegame in cui si sta friggendo, acqua e aceto. Gli odori del fritto spariranno, tuttavia ad alcuni l’odore dell’aceto potrebbe non essere gradito. In questo caso, sostituire l’aceto con dei chiodi di garofano, e il vapore che si sprigionerà eliminerà completamente l’odore del fritto.

FriggitriceCon questi semplici trucchi è possibile evitare che la casa si trasformi in una friggitoria. Bisogna poi considerare che l’odore della frittura viene di fatto assorbito dalle stoffe presenti nella casa, a partire dalle tende, per finire alla tappezzeria, ai cuscini, agli eventuali tappeti, odore che poi non sarebbe semplicissimo eliminare. Meglio quindi evitare il problema. Un’ultima soluzione per chi utilizza la friggitrice elettrica ed è dotato di un camino. Basta posizionarla al suo interno per far si che l’odore si disperda all’esterno attraverso la canna fumaria.

Leggi anche

Seguici