Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Cattiva abitudine fa Ingrassare 200 calorie ogni ora

Secondo una una ricerca condotta da Fan He, professore presso la Penn State University College of Medicine, dormire di meno fa ingrassare.

di Daniele Lisi

11 Marzo 2015





mangiareUna cattiva abitudine fa ingrassare, anche di 200 calorie, per cui sarebbe opportuno cercare di modificare lo stile di vita, o meglio, di eliminate quella cattiva abitudine responsabile del problema. Si parla di sonno, o meglio, delle ore di sonno che dovrebbero essere costanti, anche se poi nel fine settimana di tende dormire  più del solito. Il problema non è tanto qualche ora di sonno in più, piuttosto quelle che invece mancano all’appello, diciamo così. Si tende infatti ad ingrassare quando si dorme di meno, perché si mangia in effetti di più. I motivi di questa maggiore assunzione di cibo sono diversi e molteplici, e tutti portano alla stessa conseguenza: un aumento di peso che può essere significativo, visto che si può arrivare ad assumere anche 200 calorie in più, il che non è poco. È quanto ha dimostrato una ricerca condotta da Fan He, professore presso la Penn State University College of Medicine, ricerca che ha preso in esame le abitudini di 342 adolescenti volontari, e in particolare, il tempo che loro riservavano al sonno e se questo era costante nel tempo.

Si è così potuto rilevare che coloro che dormivano meno rispetto ad una media di 7 ore per notte, mangiavano fino a 200 calorie in più, con conseguente tendenza a mettere su qualche chilo di troppo, e si sa, chilo di più oggi, chilo di più domani, si perde in poco tempo il controllo del peso corporeo ritrovandosi in men che non si dica in una condizione di sovrappeso, nella migliore delle ipotesi, ma spesso anche di obesità, con tutte le serie conseguenze negative per la salute che una simile condizione comporta. Dormire meno del solito farebbe aumentare la possibilità di mangiare di più nell’arco della giornata, anche fino a 200 calorie in più, come detto anche in precedenza, ma non solo, visto che a volte capita che quelle calorie in più vengano assunte proprio nelle ore che invece andavano dedicate al sonno.



SvegliaMa il motivo è anche un altro, almeno secondo Fan He autore della ricerca, perché quando si dorme poco, o almeno un numero di ore inferiore rispetto al consueto, diminuisce la quantità di leptina, l’ormone deputato al controllo dello stimolo della fame, per cui l’organismo non viene informato correttamente, e ritiene quindi di non aver mangiato a sufficienza, per cui continua ad assumere cibo con il rischio quasi inevitabile di mettere su qualche chilo di troppo. Del resto è noto che dormire fa dimagrire, proprio perché l’organismo produce una maggior quantità di leptina, e quindi tende a mangiare di meno.

L’importante quindi, sempre secondo l’autore della ricerca, è di dedicare al sonno sempre le stesse ore, avere quindi un sonno regolare e costante, senza poi cercare di recuperare il sonno perduto, strategia che si rivela errata perché non solo non si riesce a recuperare ciò che si è perso, diciamo così, ma anche perché ha un effetto negativo sulla forma fisica, come sembra aver dimostrato lo studio del professor Fan He. Questo studio potrebbe aiutare inoltre a comprendere il motivo per cui l’obesità giovanile è un problema sempre più reale, diffuso. Del resto, sono quasi sempre i giovani a dormire di meno nel corso della settimana, perché sono quelli che più di altri sono portati a tirare tardi, a fare le così dette ore piccole.

BilanciaLo stile di vita, come più volte detto anche su altri articoli presenti su queste pagine, è ciò che il più delle volte fa la differenza tra la buona salute e non pochi acciacchi, anche gravi. A parte alcune dipendenze di cui sarebbe opportuno liberarsi, come il tabagismo e l’alcol, una vita ordinata e un regime alimentare sano ed equilibrato possono aiutare a stare in forma, ad avere una buona salute e a sperare di poter contare su di una altrettanto buona aspettativa di vita, tutte cose che non vale affatto la pena trascurare.

Leggi anche

Seguici