Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Spina Bifida, inositolo in gravidanza per elimare ogni rischio?

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({}); Le mamme, soprattutto le neo mamme, sanno che il rischio della spina bifida, la malformazione neonatale che colpisce il sistema nervoso del nascituro durante la gestazione, è molto alto, visto che si verifica, solo in Italia, in una gravidanza su 1.500. (adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({}); Proprio per questo ...

di Piera Scalise

11 Ottobre 2010





Le mamme, soprattutto le neo mamme, sanno che il rischio della spina bifida, la malformazione neonatale che colpisce il sistema nervoso del nascituro durante la gestazione, è molto alto, visto che si verifica, solo in Italia, in una gravidanza su 1.500.



Proprio per questo viene raccomandata l’assunzione di acido folico sin dai primi giorni della gravidanza e addirittura quando già si sta pianificando di avere una bambino. L’ assunzione dell’ acido folico riduce il rischio del 70% ma secondo alcuni nuovi studi dell’ University College di Londra, sembra che anche l’ inositolo potrebbe aiutare ad eliminare i casi rimanenti.

Grazie ad alcuni recentissimi test fatti sui topi sembra che l’inositolo può correggere i difetti che portano alla spina bifida.  Nick Greene, coordinatore dello studio ha dichiarato: “L’inositolo è una molecola simile al glucosio che si trova nella carne, nella frutta e nella verdura. Non pensiamo che le donne abbiamo deficienze di questa sostanza, ma dai lavori sulle cavie abbiamo notato che questo può stimolare le cellule dell’embrione in formazione e correggere i difetti che portano alla spina bifida”.

Se i risultati saranno positivi l’ inositolo potrebbe essere prescritto insieme all’ acido folico.

Leggi anche

Seguici