Questo sito contribuisce
all'audience di

 

10 motivi per togliere le Scarpe prima di entrare in casa

Si tratta di una buona abitudine che tutti dovrebbero adottare per evidenti motivi di igiene e salute.

di Daniele Lisi

29 Gennaio 2015





Scarpe fuori dall'uscio10 motivi per togliere le Scarpe prima di entrare in casa, una buona abitudine che è quasi una legge non scritta in Nord Europa, mentre nel nostro paese non tutti lo fanno. Eppure sarebbe una cosa da fare sempre, perché altrimenti si rischia di portare in casa di tutto, e questo non è certamente positivo per la salute della casa e dei suoi abitanti. Ovviamente esistono delle situazioni particolari dove adottare questo comportamento risulta quanto meno un po’ scomodo. Basti pensare, ad esempio, a chi vive in una casa con giardino e che, soprattutto d’estate o comunque nella bella stagione è solito trascorrere il suo tempo tra l’interno della casa e il giardino, visto che i confini della sua abitazione non sono certamente le pareti dell’appartamento. In questo casi si tratterebbe di trascorrere troppo tempo a cambiarsi le scarpe, perché l’operazione potrebbe risultare necessaria anche un numero notevole di volte. Anche in questo caso, però, è possibile adottare una soluzione diversa, come ad esempio dotarsi di zoccoli adatti al giardino e di analoghi calzari da utilizzare in casa, per cui il cambio avverrebbe in un batter d’occhio.

Ma a parte questi casi particolari, che comunque possono essere gestiti abbastanza facilmente, cambiarsi le scarpe prima di entrare in casa dovrebbe essere la norma, per tutta una serie di motivi che ora vedremo. Innanzi tutto per una questione igienica, in quanto le suole delle scarpe possono raccogliere in giro un gran numero di batteri, che secondo uno studio svolto dai ricercatori dell’Università dell’Arizona possono arrivare anche a 400mila. Ovvio che la prudenza suggerisce, o meglio, raccomanda di non portare questi invisibili nemici in casa, anche se di norma il sistema immunitario è in grado di difenderci da questa orda di nemici invisibili, a patto che sia in perfetta forma.

Gatto alla finestraSi hanno gatti in casa? È necessario cambiarsi le scarpe quando si entra nell’abitazione perché altrimenti gli amici felini con cui si condivide la propria vita potrebbero essere esposti a gravi pericoli. Le colonie di gatti randagi che si possono incontrare in giro possono annoverare qualche elemento affetto da una malattia virale, come ad esempio la leucemia virale felina, ovviamente intrasmissibile all’uomo, per la quale non esiste una cura. Esiste il vaccino, tuttavia la maggior parte dei veterinari lo sconsiglia in quanto si va registrando un aumento di neoplasie da inoculo, ovvero dovute alla somministrazione del vaccino stesso, per cui se i gatti di casa non escono e quindi non possono venire a contatto con altri felini infetti, meglio soprassedere.



Dare il buon esempio ai bambini. Si raccomanda loro di togliersi le scarpe una volta entrati in casa, e se poi non vedono che anche gli adulti lo fanno, cominciano inevitabilmente a porsi delle domande sul perché loro si e gli altri no.

Per rispetto per chi abita al piano di sotto. Sentirsi camminare sulla testa una persona con i tacchi anche a tarda ora non è proprio una cosa piacevole. La buona educazione raccomanda di non dare fastidio a gli altri, e evitare i rumori molesti è il minimo che si possa fare.

Per evitare di danneggiare tappeti e pavimenti. Se si hanno pavimenti in legno, i tacchi a lungo andare possono danneggiarli, così come accade anche per i tappeti che non gradiscono certe attenzioni, diciamo così.

Sostanze tossiche e inquinanti. Uno studio dell’Università dell’Arizona ha dimostrato che diverse sostanze tossiche come i residui degli idrocarburi dei motori a scoppio o anche gli erbicidi possono essere facilmente trasportati in casa, col rischio che con l’andar del tempo possano accumularsi oltre misura.

La sporcizia. Batteri ed inquinanti a parte, per strada è possibile raccogliere con la suola delle scarpe, soprattutto poi se non è liscia, una infinità di sporcizia che inevitabilmente si finirebbe con il depositare in giro per casa, cosa che nessuno vorrebbe accadesse.

Comodità e relax. Una volta arrivati in casa il semplice gesto di togliersi le scarpe rappresenta anche un gesto che interrompe in qualche modo il legame con i problemi di lavoro e con le preoccupazioni di tutti i giorni.

Fa bene alla salute. Dei piedi, ovviamente, che non più costretti in una scarpa, possono Togliersi le scarpefinalmente essere liberi di vivere la loro vita, diciamo così. Se poi si hanno i pavimenti in legno o la moquette, camminare scalzi è il massimo della libertà e del piacere.

Piedi piatti. Questo vale per i bambini, perché alcuni studi recenti hanno dimostrato che camminare scalzi riduce il rischio di piedi piatti, senza poi contare che ai bambini piace in modo particolare.

Leggi anche

Seguici