Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Chi è Reducetariano? Meno Carne e Più Qualità per Migliorare la Salute

I reducetariani sono coloro i quali hanno deciso di mangiare con più attenzione, limitando la quantità di pesce, di carne e di derivati animali, compresi i latticini. Queto movimento è stato fondato in Gran Bretagna dal ricercatore della Columbia University Brian Kateman

di Redazione

30 Gennaio 2015





Chi è Reducetariano? Meno Carne e Più Qualità per Migliorare la Salute

La filosofia di vita dei reducetariani è stata fondata dal ricercatore della Columbia University Brian Kateman e sta ottenendo, in tutto il mondo, un grande riscontro. Il punto centrale di questa nuova dieta si basa sulla riduzione del consumo di carne, di derivati di origine animale e di pesce, sempre però senza arrivare a diventare vegetariani o vegani.

I reducetariani sono particolarmente attenti ai prodotti che consumano, privilegiando quelli provenienti da agricoltura biologica e da allevamenti etici.

Per spiegare come sposare questa nuova idea, Brian Kateman ha creato un blog molto frequentato e di grande successo perché le idee esposte sono facili da mettere in pratica e non particolarmente impegnative. Il fondatore del movimento suggerisce di iniziare con molta calma, cercando di consumare la carne soltanto in uno dei pasti quotidiani, poi, si possono evitare il pesce, la carne ed i latticini per un giorno intero. Lentamente, questo stile di vita, si trasforma in un’abitudine benefica non soltanto per la salute ma anche per la natura perché si contribuisce a ridurre l’inquinamento, come quello causato dalle emissioni di anidride carbonica.



Diventare reducetariani comporta numerosi vantaggi perché si segue una dieta più varia e maggiormente ricca di verdura e frutta; la limitazione dei prodotti di origine animale significa minori apporti di grassi Chi è Reducetariano? Meno Carne e Più Qualità per Migliorare la Salutesaturi e trigliceridi che si traducono in una società più sana e meno soggetta ad alcune patologie, anche croniche. I reducetariani quindi, oltre a vivere in maniera sana e rispettosa, sono molto attenti ai cibi che portano a tavola, cercando di alimentarsi in maniera più naturale ed attenta. Infatti, lo schema alimentare seguito da questa filosofia di vita è ben strutturato e non ha particolari carenze perché, comunque, si introducono tutti i cibi, nessuno escluso.

Essere reducetariano è pratico e, come suggerisce il fondatore del movimento, l’abitudine arriva entro un mese circa senza grandi sforzi.

Leggi anche

Seguici