Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Cosa Cambia con le Nuove Etichette Alimentari in Vigore da Domani?

Le nuove etichette alimentari ecco cosa cambia e come poter gestire al meglio la propria spesa, attenzione alle etichette, impara a leggerle con noi

di Redazione

22 Dicembre 2014





Cosa Cambia con le Nuove Etichette Alimentari in Vigore da Domani?

Il regolamento comunitario 1159/2011, entrato in vigore a partire dal 13 Dicembre, tutela la salute dei consumatori modificando, profondamente, le regole sul commercio dei prodotti alimentari.

Le nuove etichette alimentari dovranno indicare, in modo chiaro, la presenza di allergeni e i riferimenti precisi del responsabile dell’alimento. Tutti gli ingredienti che possono provocare allergie, come i crostacei, il glutine o l’anidride solforosa, devono essere evidenziati nelle etichette così pure devono fare i ristoratori.

Un importante passo avanti riguarda il capitolo degli oli vegetali, che grazie al regolamento comunitario devono essere esattamente specificati, abolendo così la dicitura generica di “oli e grassi vegetali”.  I problema degli oli vegetali, fra i quali spunta tra gli altri quello di palma, è particolarmente dibattuto perché si tratta di un prodotto che ha un impatto negativo sull’ambiente e potrebbe avere ripercussioni anche sulla salute umana. Risulta particolarmente importante la prescrizione relativa allo stato fisico dei prodotti che evita diciture fuorvianti o generiche, imponendo invece di indicare, con esattezza, quale sia il prodotto di partenza.



Le nuove etichette dovranno essere più facilmente leggibili grazie a caratteri di scrittura di dimensioni maggiori e la data di scadenza deve essere riportata su tutte le confezioni e non più soltanto su quella esterna; abolite anche le immagini che possono generare confusione sull’origine e la provenienza del bene.

Per gli alimenti congelati diventa obbligatorio riportare la data di congelamento e se si tratti di prodotti Cosa Cambia con le Nuove Etichette Alimentari in Vigore da Domani?decongelati. Il regolamento comunitario stabilisce anche che entro il mese di Dicembre 2016 sia necessario indicare in etichetta la tabella dei valori nutrizionali. Le norme non riguardano i cibi le cui etichette sono state elaborate prima del 13 Dicembre 2014.

L’obiettivo del regolamento è quello di aiutare i cittadini a scegliere nel modo più consapevole possibile gli alimenti, tutelando la salute pubblica. A partire dal mese di Aprile del 2015, la carne sarà soggetta ad una normativa più stringente; infatti, sarà necessario che l’etichetta riporti la data di macellazione ed il luogo di allevamento per le carni ovine, suine, caprine e per il pollame.

Leggi anche

Seguici