Questo sito contribuisce
all'audience di

 

10 Spezie Brucia Grassi, accelerano il Metabolismo e riducono il Colesterolo nel Sangue

Le spezie, inoltre, se utilizzate nel modo giusto, possono sostituire egregiamente il sale che come è noto non è affatto amico della salute.

di Daniele Lisi

12 Dicembre 2014





Spezie10 Spezie Brucia Grassi che accelerano il Metabolismo e riducono il Colesterolo nel Sangue, amiche della salute e anche del palato, perché consentono di scoprire anche un universo di sapori prima sconosciuto, ma estremamente interessante ed esaltante. Le spezie, inoltre, se utilizzate nel modo giusto, possono sostituire egregiamente il sale che come è noto non è affatto amico della salute, in quanto tende a far aumentare la pressione sanguigna, a favorire la ritenzione idrica e quindi anche la cellulite, nemica delle donne, e tanto altro ancora. Vi sono poi alcuni nutrizionisti che sostengono che per le necessità di sodio dell’organismo, è più che sufficiente la naturale salatura degli alimenti, per cui il sale è del tutto superfluo. Del resto, basta abituarsi un poco alla volta a non salare le pietanze ricorrendo come alternativa alle spezie in generale, e alla fine ci si renderà conto che va bene lo stesso. Un po’ come quello che capita a chi decide di bere il caffè amaro, quindi senza zuccherarlo. Dopo un po’ ci si abituerà e si finirà con l’apprezzare il  sapore del caffè. Ma veniamo alle spezie.

Innanzi tutto il peperoncino, la spezia in assoluto che più di qualsiasi altra aiuta l’organismo a bruciare i grassi. È infatti uno degli alimenti consigliati per accelerare il metabolismo in quei casi in cui la sua velocità è pari a quella di una lumaca, questo grazie al suo elevato contenuto di capsaicina, una sostanza che mette un freno all’appetito e al tempo stesso il turbo al metabolismo. Ma non solo, perché il peperoncino è anche in grado di migliorare i processi digestivi e anche di depurare l’organismo, e inoltre è anche ricco di antiossidanti in grado di contrastare i radicali liberi responsabili dell’invecchiamento cellulare. Insomma, chi mangia peperoncino, campa cent’anni, si potrebbe dire.

PeperonciniLa curcuma, altra spezia dalle eccellenti proprietà, e anche dal piacevole sapore. Tra le tante, è un eccellente antinfiammatorio naturale, per cui promuove la salute del sistema cardiovascolare, e grazie alla curcumina di cui è ricca, contrasta l’eccessivo accumulo di grasso, con gran vantaggio anche per le arterie. Senza poi contare le sue proprietà anticancro, come ormai la ricerca scientifica ha in più occasioni dimostrato, tanto che alcuni specialisti la aggiungono alla dieta di pazienti affetti da neoplasie.



La cannella, considerata una spezia in grado di promuovere le funzioni metaboliche e di migliorarle. È inoltre considerata in grado di ridurre il livello del colesterolo e dei trigliceridi nel sangue e di migliorare la glicemia visto che riduce l’assorbimento degli zuccheri. È stato dimostrato dalla ricerca che in pazienti in pre-diabete, è in grado di abbassare i livelli di glicemia e quindi di ridurre il rischio di malattia conclamata.

Il cumino, altra spezia poco nota nel nostro paese ma che trova una larga utilizzazione nei paesi del Nord-Africa. È un eccellente antigas, in grado di mantenere a bada i processi fermentativi della digestione con particolare riferimento agli alimenti ricchi di zuccheri, carboidrati e lieviti. Inoltre accelera il metabolismo e quindi aiuta a bruciare i grassi.

Lo zenzero, una spezia molto utilizzata nella medicina tradizionale ayurvedica per le sue eccellenti proprietà depurative dell’organismo in generale, e dell’apparato digerente in particolare. Favorisce la digestione e anche la regolarità intestinale, riducendo quindi il gonfiore e impedendo la formazione di quei ristagni tanto pericolosi per la salute.

Il Ginseng, una spezia dalle proprietà dimagranti, in grado di contribuire a tenere sotto controllo i livelli di colesterolo e di glicemia. Inoltre, stimola il metabolismo risvegliandolo dal torpore, e questo contribuisce a far bruciare i grassi.

Il pepe nero, molto utilizzato in cucina per il gusto che conferisce agli alimenti, è anche ritenuto, grazie al suo contenuto di peperina, in grado di stimolare il metabolismo e la termogenesi favorendo quindi il dimagrimento. Attenzione però, chi soffre di ipertensione dovrebbe assumerlo con moderazione.

Il Cardamomo, di cui si consumano i semi che possono essere masticati o utilizzati per dolci, insalate e verdure, è dotato di spiccate proprietà snellenti in quanto è in grado di stimolare le funzioni metaboliche dell’organismo.

Lo zafferanoCannella, altro acceleratore del metabolismo, è anche in grado di promuovere le funzioni digestive a tutta vantaggio della salute in generale. È anche ricco di antiossidanti, il che lo rende un vero amico della salute, perché in grado di contrastare i radicali liberi. Può essere utilizzato nella preparazione di risotti, come il classico risotto alla milanese, di paste, ma anche nella preparazione di biscotti e affini.

L’aneto, pianta aromatica spontanea, dal sapore simile a quello della menta, viene utilizzata raramente in cucina. Ha proprietà diuretiche e disintossicanti, per cui è in grado di contrastare la ritenzione idrica che tanti crucci arreca in particolar modo al gentil sesso.

Leggi anche

Seguici