Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Respirazione diaframmatica, come respirare bene

Saper respirare bene è fondamentale. Ecco come fare la diaframmatica

di Redazione

05 Dicembre 2014





Respirazione diaframmatica, come respirare bene

Respirare è un atto necessario per la sopravvivenza; si tratta di un’attività naturale che può essere sia volontaria che involontaria.

Una buona respirazione, oltre a scacciare lo stress e a donare la calma, è utile per migliorare la stato generale di salute del nostro organismo perché influisce su molte organi vitali.

Grazie alla respirazione diaframmatica si migliora la postura, si favorisce la funzionalità del cuore e si garantisce la corretta ossigenazione dei tessuti. La respirazione diaframmatica è un’ antica tecnica, molto praticata all’interno delle discipline orientali, come lo yoga e si rivela fondamentale per la serenità della mente e per il controllo del dolore. Proprio per questo questa respirazione  viene insegnata anche nei corsi preparto, perché aiuta le donne ad affrontare meglio il momento delicato e doloroso del parto.



Imparare a respirare bene  non è complicato ma è necessario effettuare alcuni esercizi quotidiani, in modo che possa poi diventare un gesto naturale. Gli esercizi devono essere svolti da sdraiati, senza eccessi e cercando, il più possibile, di ricreare attorno a sé un ambiente calmo e rilassante.

Respirazione diaframmatica, come respirare benePer respirare bene bisogna sdraiarsi sul dorso, cercando di concentrarsi sul respiro; si posiziona una mano sulla pancia e l’altra sul petto e si effettua un respiro profondo e lento che faccia gonfiare la pancia. Subito dopo si espira, eliminando l’aria attraverso la bocca facendo in modo che il ventre si sgonfi lentamente. Questa tecnica di respirazione dovrebbe essere ripetuta più volte al giorno, in maniera costante ma sempre con prudenza. Grazie a questo primo esercizio, non solo diventa facile riuscire a far lavorare il diaframma e l’addome ma si può intuire anche la profonda differenza esistente fra le due respirazioni.

Soprattutto per chi è alla prime armi, è consigliabile rivolgersi ad un professionista, come per esempio un maestro di pilates o di yoga, che può fornire tutte le indicazioni utili per passare dalla respirazione toracica a quella diaframmatica.

Leggi anche

Seguici