Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Il frutto invernale per eccellenza: le arance Tutte le virtù

L'arancia un incredibile toccasana invernale e non solo scopri le virtù dell'arancia che ancora non conosci

di Redazione

30 Novembre 2014





Il frutto invernale per eccellenza: le arance

Il periodo di raccolta delle arance inizia ai primi di Novembre e si protrae per qualche mese. Il nostro Paese ne è fra i principali produttori insieme ad alcuni Stati dell’Africa e alla Spagna. Le arance sono un frutto fondamentale per il nostro benessere perché, oltre ad avere una buona percentuale di vitamina C, possiedono anche vitamina A, B2 e B1.

Ottimo anche contenuto di fibra delle arance , ecco perché sono indicate per regolarizzare la funzionalità intestinale e per tenere sotto controllo il senso dell’appetito. Sono rimineralizzanti, rinforzano il sistema immunitario e sono ricche di antiossidanti, fondamentali per prevenire numerose patologie, anche di grave entità.

Se risultassero indigeste e poco digeribili, è possibile consumarle lontano dai pasti, magari come merenda pomeridiana.

L’arancia è indicata per combattere i sintomi influenzali, per fare il pieno di sali minerali e per mantenersi Il frutto invernale per eccellenza: le arancegiovani perché favorisce la produzione di collagene; sono dissetanti e aiutano ad alleviare i sintomi tipici dei malanni invernali. Le varietà rosse, tipiche della Sicilia, sono considerate molto pregiate perché ricche di antocianine, le sostanze naturali amiche dell’apparato cardiocircolatorio; le antocianine sono molto utili perché sono antiossidanti naturali, in grado di contrastare l’insorgenza di svariate malattie comprese alcune forme tumorali .



Esistono varie tipologie di arance ma, le più conosciute e coltivate nel nostro Paese sono le Tarocco che si distinguono per la polpa bionda ed il sapore dolce. Le arance rosse siciliane possiedono caratteristiche uniche che derivano dallo sbalzo termico fra notte e giorno e dalle peculiarità del terreno.

Un’arancia costituisce uno spuntino sano ed ipocalorico, adatto a tutti: dai bambini alle persone che desiderano controllare il proprio peso corporeo; infatti, ogni 100 grammi sviluppano circa 40 calorie e sono sazianti perché apportano buone quantità di acqua e di fibre. Le arance si conservano a lungo in un luogo fresco e riparato dai raggi del sole; una volta sbucciate però devono essere consumate subito.

Per scegliere le migliori è importante verificare la provenienza, optando per quelle italiane; i frutti devono essere pesanti e non devono essere avvizziti e grinzosi. Inoltre, è consigliabile acquistare agrumi con ancora attaccato il picciolo e le foglie, segnale chiaro della loro freschezza.

Questi agrumi sono molto versatili e, oltre ad essere consumati a spicchi, possono essere spremuti; il succo fresco deve essere consumato appena preparato in modo che non avvenga il processo di ossidazione che riduce la presenza delle sostanze nutritive.

In cucina le arance sono impiegate per realizzare dolci, creme, dessert ma anche moltissimi piatti salati; infatti, si abbinano particolarmente bene con la carne, basti pensare all’anatra all’arancia. Di questi frutti si utilizzaIl frutto invernale per eccellenza: le arance praticamente tutto; la buccia viene candita ed è utilizzata anche per aromatizzare molto ricette mentre la polpa può essere consumata al naturale oppure unita ad altri ingredienti, per esempio ai finocchi. Inoltre, è alla base di rinomati liquori ed è un ottimo rimedio naturale per profumare tutta la casa, armadi compresi.

Dall’albero di arancio viene estratto un olio pregiato che è molto richiesto dall’industria cosmetica che lo utilizza anche per prodotti anticellulite mentre le foglie sono impiegate in erboristeria per realizzare tisane utili per combattere i problemi digestivi.

Leggi anche

Seguici