Questo sito contribuisce
all'audience di

 

10 modi per limitare malattie come i Tumori iniziando dall’attività fisica

La prevenzione è la migliore arma che si ha a disposizione per limitare sensibilmente il rischio cancro, per cui è bene adottare un sano stile di vita.

di Daniele Lisi

26 Novembre 2014





Smettere di fumare10 modi per limitare malattie come i Tumori iniziando dall’attività fisica, per ridurre sensibilmente il rischio di contrarre questa grave malattia che, purtroppo, è ancora ben lungi dall’essere debellata. Rispetto al passato, è sempre più diffusa la consapevolezza che la prevenzione è l’arma migliore che si possa avere a disposizione. Anche la ricerca scientifica che anche ha fatto notevoli passi avanti nella cura dei tumori, anche se purtroppo non ancora risolutivi, ha però compreso meglio quali sono i meccanismi che determinano la comparsa di un cancro e, quindi, ha anche individuato una serie di cause scatenanti, tutte più o meno dipendenti dallo stile di vita, sulle quali quindi è possibile intervenire. Si tratta difattori modificabili, per cui   è importante conoscerli per mettere in atto le giuste contromisure in grado di limitare significativamente il rischio cancro. Purtroppo questo non ci metterà completamente al sicuro, tuttavia le possibilità di poter contare su di una migliore aspettativa di vita sono più che soddisfacenti. È solo questione di fare un po’ di attenzione ai propri comportamenti e all’alimentazione, tanto provare non costa nulla.

In primo luogo il fumo, il primo nemico dell’uomo. Il fumo di sigaretta, sia diretto che passivo, è responsabile del 90% dei casi di tumore al polmone, per cui astenersi dal fumo e quindi smettere di fumare è la prima azione intelligente da fare. Ma il tabagismo non rappresenta solo un severo fattore di rischio per il cancro, perché è anche responsabile di tante altre malattie, altrettanto serie e pericolose. La BPCO, la famigerata broncopneumopatia cronica ostruttiva per la quale non c’è cura ne è un esempio, senza contare poi che il fumo favorisce la calcificazione delle arterie e porta poi alla loro ostruzione, condizioni che rendono estremamente critici anche eventuali interventi di angioplastica o di bypass aorto-coronarico, oltre naturalmente al rischio infarto.

Sana alimentazioneL’alimentazione, altra cosa cui fare molta attenzione. Un sano ed equilibrato regime alimentare rappresenta una garanzia di buona salute, per cui è necessario eliminare o limitare al massimo il consumo di carne rossa, la carne bianca non oltre le 4-5 volte al mese, gli alimenti ricchi di grassi o di zuccheri, in particolar modo se raffinati, ad alto contenuto calorico. Andrebbe invece aumentato il consumo di frutta e verdura, legumi, cereali integrali, riso integrale, pomodoro, pompelmo, broccoli, curcuma, ravanelli e tanto altro ancora.



L’attività fisica è estremamente importante, perché aiuta oltre tutto a tenere il peso sotto controllo e ad allontanare due condizioni che rappresentano un fattore di rischio per il cancro, ma anche per la salute in generale, ovvero il sovrappeso e l’obesità.

Limitare il consumo di alcol, in particolare dei superalcolici, limitandosi al paio di bicchieri di vino rosso da dividere tra pranzo e cena. Diverse ricerche hanno dimostrato che l’eccesso di alcool rappresenta un serio rischio di cancro al fegato, colon ed esofago.

Attenzione ai raggi del sole che come ormai tutti ben sanno rappresentano un serio pericolo per la salute della pelle e, quindi, per la comparsa di tumori come il melanoma. Naturalmente le lampade abbronzanti sono da eliminare in assoluto, e se poi ci si vuole esporre ai raggi del sole, è necessario sempre utilizzare delle creme con elevato fattore di protezione.

Vaccinarsi contro l’epatite B, operazione particolarmente raccomandata per i bambini in modo da poterli proteggere meglio dal tumore al fegato. Le ragazze, invece, dovrebbero vaccinarsi contro il Papilloma virus per limitare il rischio di tumore all’utero.

Se ne è accennato parlando dell’attività fisica, ma conviene ribadire che il sovrappeso e l’obesità rappresentano un altro serio fattore di rischio. Quindi alimentazione adeguata, poco calorica e attività fisica costante.

Attenzione all’esposizione a sostanze cancerogene, come il radon, amianto e idrocarburi policiclici, tutte sostanza cui si può essere esposti anche inconsapevolmente. Se in casa è presente un camino, verificare che la canna fumaria sia in acciaio e non in eternit, perché in tal caso andrebbe sostituita rivolgendosi ad una ditta specializzata, visto che lo smaltimento di tale materiale è assoggettato a leggi severe.

Attività fisicaControlli medici periodici, sia strumentali che di laboratorio, perché è bene ricordare che una diagnosi precoce può fare la differenza tra la vita e la morte.

Infine, per le donne, o meglio, per le mamme, allattare al seno sembra che, secondo recenti ricerche, limiti significativamente il rischio di cancro al seno e all’ovaio.

Leggi anche

Seguici