Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Sintomi Diabete, i campanelli d’allarme più frequenti e da non sottovalutare

Il diabete ecco come scoprirlo, gli importantissimi segnali del corpo

di Redazione

22 Novembre 2014





Sintomi Diabete, i campanelli d'allarme più frequenti e da non sottovalutare

Il diabete, in particolare quello di tipo 2, è una patologia che causa sintomi lievi e aspecifici. Per diagnosticarlo è necessario sottoporsi ad un esame del sangue specifico che valuta i valori della glicemia a digiuno; i referti devono essere analizzati dal proprio medico che potrebbe prescrivere ulteriori esami come la curva glicemica.

Si parla di diabete quando la glicemia a digiuno è superiore a 100 mg/dl. Nel diabete di tipo 2, spesso, elevati valori di glicemia sono associati al sovrappeso, ad una vita troppo sedentaria e ad una dieta scorretta. Una volta diagnostica la patologia, viene prescritta non soltanto una terapia personalizzata ma anche una modifica delle abitudini di vita, comprese quelle alimentari.

Si tratta di una patologia che, nel nostro Paese, costituisce un vero problema sociale che riguarda anche i bambini e, in alcune regioni, è particolarmente diffusa.



campanelli d’allarme più frequenti da non sottovalutare sono il bisogno di urinare più spesso, la secchezza delle fauci e l’intorpidimento degli arti, dovuto ad una presenza eccessiva di zuccheri nel sangue.

Fra i sintomi del diabete rientra anche lo stimolo eccessivo della sete, disturbi della vista, disturbi dell’umore e debolezza muscolare; inoltre, si diventa più predisposti a contrarre varie tipologie di infezioni. Se la patologia non viene attentamente curata è anche possibile andare incontro ad uno stato di coma diabetico.

Sintomi Diabete, i campanelli d'allarme più frequenti e da non sottovalutareIl diabete, se non diagnosticato e curato, può causare gravi problemi alla vista, alla funzionalità renale e all’apparato cardiocircolatori; inoltre, potrebbe comparire il piede diabetico e provocare un innalzamento della pressione arteriosa. Esiste anche una forma di diabete che riguarda, esclusivamente, le donne in gravidanza e che, nella maggioranza dei casi, dopo il parto si assesta in modo naturale.

Per prevenire il diabete e controllarlo è fondamentale seguire una dieta regolata, particolarmente ricca di verdura e di legumi, capaci di ridurre l’assorbimento degli zuccheri. Altrettanto importante è il movimento, grazie al quale si abbassano i valori di glicemia e si controlla il peso corporeo.

Leggi anche

Seguici