Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Bucce di Frutta e Verdura non sono scarti da Pattumiera. Ecco gli usi alternativi

Come usare le bucce della frutta ed altri scarti anzichè gettarli nella pattumiera

di Redazione

15 Novembre 2014

usi-alternativi-delle-bucce-di-frutta-e-verdura_bc5dacba77335aa628896ad3f990925d

Gli scarti di frutta e verdura si possono trasformare in detergenti e cibi nutrienti e gustosi. Ridurre la quantità di rifiuti, limitare gli sprechi e riciclare sono gli imperativi fondamentali per preservare l’ormai fragile equilibrio ambientale.

Gli usi alternativi degli scarti di frutta e verdura sono davvero tantissimi. Le foglie esterne dei carciofi, della verza e delle insalate non devono mai essere buttate ma impiegate per brodi, minestre e zuppe; inoltre, possono essere sbollentate e poi farcite, per esempio con formaggi o carne, e ripassate in forno.

Le bucce delle patate, purchè siano provenienti da agricoltura biologica, sono ottime fritte ma possono anche essere utilizzate per arricchire passati di legumi oppure impanate e poi cotte in forno fino a farle diventare dorate.

Le foglie del cavolfiore, dopo esser state mondate, si possono bollire e frullare ottenendo una deliziosa cremina da condire a piacere con olio extra vergine d’oliva ed una grattata di tartufo o con un poco di senape.

La scorza di limone è indicata per pulire pentole e stoviglie con incrostazioni di calcare ma è ottima anche per eliminare gli odori del pesce. Per profumare i bicchieri dopo una cena a base di pesce, niente di meglio che una strofinata di scorze di limone sui bordi e sui rebbi delle forchette.

Bucce di Frutta e Verdura non sono scarti da Pattumiera. Ecco gli usi alternativi Le scorze di limone e di arance, purchè di agricoltura biologica e ben lavate, sono fondamentali in molte ricette salate e dolci. Si possono aggiungere ai purè, ai piatti di pesce e poi a biscotti, torte, vinbrulè e tisane. Inoltre, le zeste possono essere caramellate e poi passate nel cioccolato oppure impiegate per realizzare liquori casalinghi, come il limoncello, l’arancino o il curacao.

Le bucce delle mele, sempre se non trattate, si possono trasformare in uno spuntino goloso, semplicemente facendole essiccare a bassa temperatura nel forno. Sono ideali anche da aggiungere in torte e biscotti o nella classica frutta cotta; se fritte con una semplice pastella a base di uova, farina e zucchero si trasformano in una merenda dolce economica e nutriente.

Seguici