Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Sei a Dieta con Frutta e Verdura? E’ sbagliato e non perdi peso

Il metabolismo è un meccanismo molto complesso, che cerca quindi di ottimizzare al meglio tutti gli alimenti che si assumono e, se carenti, i risultati possono essere diversi da quelli sperati.

di Daniele Lisi

22 Ottobre 2014





Frutta e verduraSei a Dieta con Frutta e Verdura? E’ sbagliato e non perdi peso, e a questo punto lo sconforto è tale che si rinuncia a cercare di perdere i chili di troppo e si continua a mangiare come al solito perché, evidentemente, i sacrifici non hanno dato i risultati sperati e quindi tanto vale lasciar perdere. Il problema è semmai che si sbaglia ad alimentarsi, non che è impossibile perdere i chili di troppo, perché una dieta estemporanea, improvvisata, fatta solo di sacrifici che poi si rivelano essere del tutto inutili, è sbagliata, è destinata al fallimento, con gran disappunto del malcapitato di turno. Inoltre, limitare così drasticamente l’alimentazione, o meglio, l’assunzione di quei nutrienti fondamentali per l’organismo, significa anche correre dei seri rischi, in quanto si creano dei seri squilibri di Sali minerali e vitamine nell’organismo. Non è quindi la strada giusta, e i tanti fallimenti lo dimostrano in maniera inequivocabile. Non bisogna travolgere completamente la dieta di tutti i giorni, ma semplicemente adattarla alle necessità contingenti, facendo un intelligente lavoro di eliminazione di alcuni alimenti e dell’aggiunta di altri.

Il metabolismo è un meccanismo molto complesso, che cerca quindi di ottimizzare al meglio tutti gli alimenti che si assumono e, quando questi vengono a mancare o sono talmente pochi da creare una situazione di allarme, l’organismo interpreta questa condizione come qualcosa di ,molto simile ad una carestia, per cui cerca di mettere da parte il poco che riceve per poterlo utilizzare come riserva, e lo fa sotto forma di grassi, per cui invece di perdere peso, in un certo senso si mette addirittura qualche chilo in più. In effetti, meno nutrienti si assumono, più il metabolismo rallenta, fino a non consumare più nulla, se non il minimo indispensabile alla sopravvivenza, e questo si traduce in un leggero aumento di peso.



PanciaUna ricerca condotta dai dietologi dell’Università di Birmingham in Alabama, che si è avvalsa della collaborazione volontaria di 1200 soggetti che si sottoponevano esclusivamente ad un regime alimentare a base di sola frutta e verdura, ha potuto constatare che alla fine del periodo di osservazione, quasi nessuno aveva ottenuto dei vantaggi in termini di perdita ponderale da questo tipo di alimentazione che tutto era tranne che equilibrata. Certamente frutta e verdura sono in grado di apportare all’organismo non pochi vantaggi, vitamine, Sali minerali e tante altre sostanze come antiossidanti, antinfiammatori, diuretici e tanto altro ancora, sempre che inseriti in una dieta in grado di apportare anche altre sostanze indispensabili all’organismo, come ad esempio le proteine.

Servono quindi anche i carboidrati, come il pane e la pasta, meglio se integrali, o anche i formaggi e le uova, anche se con una certa cautela, perché apportano anche altre categorie di nutrienti e altre sostanze che sono necessarie per il buon funzionamento dell’organismo. Un’ottima fonte di proteine è il bianco dell’uovo, l’albume, mentre invece il tuorlo è una fonte di colesterolo, per cui andrebbe consumato con una certa attenzione. Per le proteine sono importanti anche i legumi, come in particolar modo i fagioli, le lenticchie e i ceci, che tra l’altro sono perfettamente alternativi alle proteine della carne.

Importante anche l’apporto di frutta secca, come le noci, le mandorle e i pistacchi, eccellente fonte di omega 3 e omega 6, che aiutano a regolare i livelli di colesterolo nel sangue, frutta che quindi non Dieta mediterraneadovrebbe mai mancare in tavola. Una dieta deve quindi essere completa, il meno esclusiva possibile, perché l’organismo ha bisogno di tutti i nutrienti, nessuno escluso, ovviamente nella giusta quantità. Non è detto che bisogna per forza ricorrere anche alla carne, anche perché il suo consumo va limitato al massimo, non oltre le 4-5 volte al mese, visto che rappresenta un serio rischio cancro, come del resto diverse ricerche hanno dimostrato. Un po’ di buon senso potrà aiutare a fare e scelte giuste.

Leggi anche

Seguici