Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Cibi cancerogeni, elenco degli Alimenti che aumentano il rischio di Tumori

La ricerca scientifica ha dimostrato che l’alimentazione è ciò che determina lo stato di salute, per cui va curata con molta attenzione.

di Daniele Lisi

20 Ottobre 2014





Carne rossaCibi cancerogeni, elenco degli Alimenti che aumentano il rischio di Tumori, alimenti che andrebbero come minimo evitati, meglio se addirittura aboliti del tutto, così da poter ridurre significativamente il rischio di poter contrarre una malattia che molte volte, purtroppo, non concede vie di scampo. Ormi la ricerca scientifica ha dimostrato che l’alimentazione è ciò che determina lo stato di salute, perché in effetti, come si suol dire ormai da un po’ di tempo, si è ciò che si mangia, e mai affermazione fu più corretta. La differenza tra la buona e la cattiva salute la fa ciò che si mette nel piatto tutti i giorni, per cui sarebbe decisamente meglio cercare di fare le scelte giuste proprio per cercare di sbarrare in un certo senso la strada a una serie di malattie, quindi non solo il cancro, che una volta che si sono presentate non è sempre agevole averne ragione. Conoscere quali alimenti possono essere pericolosi è quindi di vitale importanza, per cui è bene conoscerne le caratteristiche, oltre a sapere esattamente quali sono. Ecco un elenco che potrà essere d’aiuto.

Uno degli alimenti, o meglio ingredienti in questo caso, che si incontra con maggiore frequenza sono i grassi vegetali, quelli che vengono comunemente considerati con una certa benevolenza, mentre invece nascondono non poche insidie. Si trovano in particolar modo nei dolci, nelle merendine, in sostanza in quasi tutti i prodotti dolci da forno, e sono riportati nelle etichette, che ricordiamo per legge devono riportare con precisione tutti gli ingredienti, come olio di soia parzialmente idrogenato, o anche solo come oli vegetali parzialmente idrogenati. Questi, in particolare i primi, vanno assolutamente evitati, perché pericolosi per la salute.



DolciumiLa carne rossa, ma anche la carne bianca e il pollame, anche se solo parzialmente, va evitata in quanto è causa della formazione dei radicali liberi, che come ormai tutti sanno, sono i responsabili dell’invecchiamento cellulare e quindi anche della comparsa di una serie di malattie tra cui cancro e patologie degenerative come l’Alzheimer. La stessa Organizzazione Mondiale della Sanità ne raccomanda un uso estremamente limitato, non più di 4-5 volte al mese, a prescindere che si tratti di carne rossa o bianca, proprio perché sono tante le prove scientifiche che dimostrano che la carne fa crescere sensibilmente il rischio cancro.

Gli insaccati, quelli che contengono una sostanza chimica nota come nitrito di sodio, utilizzata per prolungarne la conservazione. Una serie di ricerche statunitensi ha dimostrato che tale sostanza è responsabile dello sviluppo di leucemia, del cancro al colon e di quello al pancreas.

I coloranti utilizzati nella realizzazione di dolciumi di vario genere, quali caramelle, lecca lecca e tanto altro ancora, in particolar modo quelli rappresentati dalle sigle comprese tra E100 ad E199, rappresentano anch’essi un elevato fattore di rischio per il cancro, per cui vanno, e non andrebbero, evitati in assoluto.

La farina 00, quindi la farina raffinata, come del resto accade anche per tutti i prodotti raffinati in generale che, di norma, vengono sottoposti ad una serie di passaggi in cui vengono utilizzate anche sostanze derivate dal petrolio, quindi cancerogene. La farina, nello specifico, determina l’aumento di glicemia, insulina e i fattori di crescita, e sono proprio questi elementi che possono promuovere la formazione di cellule tumorali.

Il dado, solitamente utilizzato per la preparazione del brodo (molto meglio farlo da soli con le verdure fresche) contiene glutammato, sostanza che alcuni studi recenti hanno dimostrato essere in grado di favorire lo sviluppo dei tumori e delle metastasi.

Lo zucchero bianco affinato, cui si è accennato in precedenza parlando della farina, è ormai dimostrato che rappresenta un serio rischio per la salute, proprio a causa dei tanti processi di lavorazione cui viene sottoposto per renderlo così bianco e sottile. Inoltre, promuove l’aumento Zuccherodella glicemia, dell’insulina e quindi anche dei fattori di crescita che possono quindi  promuovere la formazione di un cancro.

Non vanno inoltre dimenticate le bevande zuccherate e, spesso, anche colorate cui sarebbe senza dubbio meglio preferire un succo di frutta naturale fatto in casa, ovviamente senza alcuna aggiunta.

Leggi anche

Seguici