Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Quale Frutta e Verdura di Stagione comprare in Autunno

Il mondo vegetale è ricco, in ogni stagione, di alimenti veri amici della salute. In autunno la scelta è ampia e consente di sbizzarrirsi quando si fa la spesa.

di Daniele Lisi

14 Ottobre 2014





Frutta autunnaleQuale Frutta e Verdura di Stagione comprare in Autunno, cosa mettere in tavola considerando che comprando prodotti di stagione si ha la certezza di avere dei prodotti freschi e, cosa da non sottovalutare di questi tempi, a dei costi decisamente più competitivi. Infatti, un conto è comprare insalata e frutta che è disponibile in gran quantità, tutt’altra cosa è dare la preferenza ad alimenti che non solo si trovano meno facilmente, ma che semmai provengono da zone di produzione non proprio vicine. È la solita vecchia e sempre validissima regola della domanda e dell’offerta, che nulla al mondo potrà mai cambiare in un senso o nell’altro. Inoltre, in questo periodo dell’anno, la varietà di frutta e verdura disponibili è decisamente ampia, offre di fatto una notevole possibilità di scelta e quindi di variare. Non dimentichiamoci inoltre che questi prodotti sono ricchi di vitamine e Sali minerali, di tante altre sostanze che li rendono dei veri amici della salute come gli antiossidanti, gli antinfiammatori, le tante molecole che ormai la ricerca scientifica ha confermato avere delle proprietà anticancro. Quindi, ricordiamoci al momento di fare la spesa di questi prodotti che non potranno che fare un gran bene alla salute e anche, perché no, al borsellino.

Il melograno, uno dei caratteristici frutti autunnali, anche se non viene a torto preso sufficientemente in considerazione. È ricco di potassio, di fosforo, di vitamina A e di vitamina C, tutti elementi che sono di fatto indispensabili all’organismo per funzionare al meglio. Inoltre, ha il vantaggio di essere dissetante, rinfrescate, è possibile ricavarne delle ottime bevande che consentono di fare il pieno di elementi indispensabili all’organismo. Può essere utilizzato anche per la preparazione di gustose ricette, anche se poi queste non sono un patrimonio della cucina italiana, per cui viene utilizzato raramente. Me vi è sempre una prima volta, e questo vale anche in cucina, dove sperimentare consente a volte di realizzare piatti dai sapori eccellenti e insospettabili.



BarbabietolaLe carote, che tra l’altro rientrano nel novero di quegli alimenti naturali dal colore giallo o arancione che sono particolarmente ricchi di sostanze ottime per la salute dell’organismo. Sono una miniera di antiossidanti, quindi in grado di contrastare efficacemente i radical liberi che sono poi i veri responsabili dell’invecchiamento cellulare e quindi anche di alcune serie malattie quali il cancro o altre degenerative come l’Alzheimer. Eccellenti sia crude che cotte, sono universalmente utilizzate in cucina. Nella stessa categoria di alimenti colorati, diciamo così, rientra anche la zucca, un ortaggio ricco di vitamina A e di vitamina C, dotato anche di proprietà diuretiche.

I cachi, il più caratteristico dei frutti autunnali, è particolarmente ricco di vitamina A e di vitamina C, ma ha il solo difetto, se così lo vogliamo chiamare, di essere particolarmente calorico, per cui andrebbe mangiato con una certa moderazione.

Le barbabietole, dall’inconfondibile colore viola, sono composte per circa il 90% di acqua, di fibre, di proteine, di vitamine e di sali minerali, come il sodio, il potassio, il calcio, il ferro e il fosforo, per cui consentono di fare il pieno di ottime sostanze per la salute dell’organismo e, grazie alla gran quantità di acqua, sono diuretiche e depurative.

I lamponi, di cui esistono diverse varietà rifiorenti, per cui fruttificano anche ad inizio autunno. Sono tra i frutti di bosco uno dei più ricchi di antiossidanti, nello specifico di acido ellagico, che sembra avere anche proprietà antitumorali. Ma non solo, perché oltre all’alto contenuto di vitamina C, che si sa essere molto importante soprattutto nel periodo autunnale, sono anche degli eccellenti antinfiammatori naturali, quindi veri I ravanelliamici della salute.

I piselli che, al pari degli altri legumi, sono ricchi di proteine e, inoltre, essendo una eccellente fonte di fibre, aiutano a normalizzare la funzionalità intestinale. Ma l’elenco sarebbe ancora lungo, per cui senza dilungarsi ulteriormente, si possono citare il radicchio, i fichi, i fagiolini, i ravanelli, il rabarbaro, il sedano, l’uva, i funghi che comunque richiedono una particolare attenzione per evitare di incappare in qualche specie velenosa.

Leggi anche

Seguici