Questo sito contribuisce
all'audience di

 

L’olio extra vergine d’oliva, il condimento ideale

Olive ed olio d'oliva due elementi importanti per la salute ecco tutti i benefici dell'olio d'oliva.

di Redazione

13 Settembre 2014





L’olio extra vergine d’oliva, il condimento ideale

Uno studio italiano condotto presso l’Università di Firenze ha evidenziato che l’olio extra vergine d’oliva potrebbe aiutare a prevenire l’insorgenza di una grave patologia degenerativa come l’Alzheimer.

I ricercatori hanno dimostrato che l’oleuropeina aglicone, una sostanza presente nell’olio extra vergine d’oliva, può avere un ruolo nel ritardare l’invecchiamento contrastando anche l’insorgenza di alcune malattie neurologiche. I dati, pubblicati sulla rivista scientifica “Plos one” inducono a pensare che, a breve, sia possibile sfruttare le caratteristiche di questo prodotto naturale per realizzare dei farmaci in grado di bloccare l’avanzata dell’Alzheimer, la malattia che, in tutto il mondo, riguarda circa 30milioni di persone.

L’olio extra vergine d’oliva viene considerato un alimento fondamentale perché contiene vitamine ed antiossidanti naturali, indispensabili per restare in salute. Il nostro Paese, insieme alla Spagna e alla Grecia, è fra i grandi produttori di olio extra vergine d’oliva; le coltivazioni sono dislocate non soltanto al sud ma anche in Liguria e nei territori adiacenti al Lago di Garda.

Perché si possa parlare di olio extra vergine d’oliva, è necessario che il processo di spremitura avvenga a freddo e che non venga addizionato con altre miscele. Per legge, l’olio extra vergine d’oliva, subito dopo la spremitura deve essere imbottigliato; inoltre, la sua acidità non deve superare l’1%.

L’olio extra vergine d’oliva, il condimento idealeL’olio extra vergine d’oliva si conserva in bottiglie di vetro scure, da riporre lontano dalla luce solare perché questa può interferire sulle sue qualità. Questo prezioso condimento può avere un colore ed un sapore differente, seconda l’area di produzione e la tipologia di coltivazione.



Se desideriamo sfruttare al massimo le sue virtù è necessario utilizzarlo a crudo, senza eccessi perché si tratta di un prodotto abbastanza calorico. L’olio extra vergine d’oliva è ottimo per controllare i valori di colesterolo, abbassando quello cattivo perché contiene grassi monoinsaturi. E’ molto utile anche per mantenere la cute giovane e tonica grazie alle alte percentuali di vitamina E, evitando la formazione delle rughe.

Fra le sostanze contenute in questo condimento troviamo la vitamina A, la vitamine E e molti sali minerali come il calcio ed il potassio; inoltre presenta buona quantità di antiossidanti e di betacarotene. L’olio extra vergine d’oliva è molto ricco di polifenoli, molto utili per la salute del sistema immunitario e per contrastare l’azione dei radicali liberi.

Può essere utilizzato con successo anche per risolvere episodi di stipsi e per prevenire alcune forme tumorali, come il cancro all’intestino. L’olio extra vergine d’oliva previene le difficoltà epatiche, contrasta le malattie dell’apparato cardiovascolari perché favorisce la fluidità del sangue.

Si tratta di un alimento molto versatile che si rende indispensabile non soltanto per la preparazione di piatti salati ma anche dolci, come torte e biscotti che assumono una fragranza ed un sapore unico. Inoltre, perché il suoL’olio extra vergine d’oliva, il condimento ideale punto di fumo è piuttosto alto, può essere impiegato per le fritture in quanto evita che si possano sviluppare sostanze cancerogene.

L’olio extra vergine d’oliva è molto richiesto anche dall’industria cosmetica per realizzare detergenti e saponi non aggressivi; inoltre, viene largamente impiegato per la cura e la bellezza della pelle e dei capelli. Può essere utilizzato anche per maschere casalinghe per ottenere capelli lucidi, morbidi e nutriti.

Leggi anche

Seguici