Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Vacanze terminate Inizia la sindrome da rientro Ecco come affrontarlo

Sei appena tornata dalle vacanze? Ferie terminate? Il lavoro inizia nuovamente? Non abbatterti ecco come fare per affrontare bene il tutto

di Redazione

31 Agosto 2014





Vacanze terminate Inizia la sindrome da rientro Ecco come affrontarlo

Il periodo delle vacanze è ormai finito e la maggioranza di noi ha ripreso le sue attività abituali.

Rientrare in città e a lavoro non è sempre facile anzi, secondo i dati riportati dall’Istat circa un italiano ogni dieci accusa stress, ansia e tristezza. In molti casi a questi sintomi si associa la difficoltà di concentrarsi e l’insonnia.

Per far fronte allo stress da rientro è importante la gradualità; il consiglio è quello di riprendere i ritmi con calma, senza forzature e fretta. Tra il rientro a casa e il ritorno a lavoro sarebbe opportuno che vi fossero due o tre giorni di stacco, in modo da poter superare l’eventuale stanchezza del viaggio e avere il tempo di riprendere in mano la situazione.

Non bisogna trascurare il ruolo dell’attività fisica, indispensabile per sentirsi meglio e rilassarsi; dopo il periodo di meritato riposo, iscriversi in palestra o ad un corso di ballo è uno stimolo utile per uscire da casa e prendersi cura di Vacanze terminate Inizia la sindrome da rientro Ecco come affrontarlosé. Il movimento, oltre a favorire il rilascio delle endorfine che producono una sensazione di benessere, aiuta a sentirsi più attivi ed in forma. Inoltre, è un rimedio per perdere qualche chilo di troppo accumulato con gli aperitivi e le cene estive.



Quando si rientra in città e a lavoro è importante organizzarsi in modo da ritagliarsi del tempo da trascorrere al sole e all’aria aperta; durante la pausa pranzo, alla fine del turno o prima è consigliabile fare una passeggiata al parco per godere dei benefici della natura e del sole. I raggi solari infatti, sono indispensabili per scacciare la malinconia migliorando, in modo naturale e senza complicazioni, il tono dell’umore.

Per non annullare gli effetti positivi delle ferie sulla mente e sul corpo organizzate dei fine settimana di riposo, durante i quali dimenticare obblighi e routine; una buona soluzione è allontanarsi da casa, lasciando in città le preoccupazioni e le ansie.

Lo stress da rientro si vince cercando di seguire uno stile di vita sano, nel quale sia compreso un riposo notturno sufficiente. In genere, vengono consigliate fra le sette e le otto ore di sonno; in caso di insonnia o di difficoltà a prendere sonno, è bene non svolgere attività stressanti a ridosso del momento di andare a letto, evitando, alla sera, le sostanze eccitanti come il tè, il cioccolato ed il caffè. Il sonno viene conciliato da un pasto facilmente digeribile e leggero, da una lettura rilassante e da una camomilla o una tazza di latte tiepido.Vacanze terminate Inizia la sindrome da rientro Ecco come affrontarlo

L’alimentazione gioca un ruolo fondamentale per scacciare l’ansia e ritrovare il sorriso. Meglio optare per alimenti freschi e poco elaborati a base di verdura e frutta fresca di stagione, particolarmente ricchi di antiossidanti, sali minerali e vitamine preziose.

Se il ritorno in città si sta trasformando in un vero problema è possibile prendere in considerazione la possibilità di ricorrere a tisane rilassanti, come quelle a base di passiflora, camomilla e biancospino. Queste preparazioni si trovano già dosate e si acquistano sia in erboristeria che in farmacia. Se i sintomi persistono è consigliabile chiedere consiglio al proprio medico.

Leggi anche

Seguici