Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Sintomi del Favismo, ecco Alimenti e Farmaci da evitare assolutamente

Favismo? Che Paura! Ecco come evitare alimenti e farmaci pericolosi per lo stato di salute di un fabico

di Redazione

07 Aprile 2014





Il favismo è una condizione molto diffusa nel nostro Paese, in particolare in alcune aree del sud, come la Sicilia e la Sardegna. Il favismo è una patologia ereditaria che riguarda, soprattutto, soggetti maschili; può essere determinata attraverso un esame ematico.

Il favismo è causato dalla mancanza, all’interno dei globuli rossi, del gluscosio6fosfato deidrogenasi, noto come G6PD. Gli episodi si scatenano quando i soggetti consumano o entrano in contatto con determinati alimenti come le fave ed i piselli. I sintomi possono essere più o meno acuti e si manifestano con astenia, ittero, crampi addominali e nausea; inoltre, si modifica il colore dell’urina che diventa scuro e rossiccio. Talvolta si accusano anche brividi, vomito e un rialzo termico.



 L’attacco di favismo si presenta dopo qualche tempo dal contatto o dall’assunzione e, se trascurato, può provocare situazioni pericolose di anemia emolitica; nei casi più acuti, è possibile che i medici decidano per la rimozione della milza. L’anemia emolitica determina la rottura dei globuli rossi, il cui compito principale è il trasporto dell’ossigeno. Diminuendo drasticamente, l’organismo si ritrova con un deficit acuto di ossigeno che è alla base della sensazione di malessere e debolezza.

soggetti fabici devono evitare qualsiasi contatto sia con le piante di piselli e di fave che con i frutti; inoltre, è bene prestare attenzione ai semi di melone amaro e alla verbena. Per quanto riguarda i farmaci, esistono un elenco ufficiale di tutti i prodotti da evitare come sulfamidici e salicilati; inoltre, sono sconsigliati gli antinfiammatori, gli antibiotici e gli antipiretici.

La cura medica dipende dalla gravità della situazione e comprende sia il ricorso a farmaci a base di ferro che a trasfusioni sanguigna.

Quando il favismo è particolarmente severo è bene evitare il consumo di carne di animali nutriti con determinate tipologie di legumi così come è fondamentale mantenere un’igiene rigorosa in cucina. Non bisogna permettere che vi siano delle commistioni fra fave, piselli ed altri alimenti sconsigliati con le pietanze destinate ai fabici.

Leggi anche

Seguici