Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Come eliminare il Mercurio dal nostro corpo, gli Alimenti che aiutano

Alcuni alimenti hanno la capacità di legarsi, durante il metabolismo, ai metalli pesanti riuscendo quindi ad eliminarli in modo del tutto naturale.

di Daniele Lisi

28 Marzo 2014





TonniCome eliminare il Mercurio dal nostro corpo, gli Alimenti che aiutano ad eliminare il metallo pesante che, sempre più frequentemente, è presente in alcuni pesci che sono di fatto costretti ad assumerlo. Colpa dell’inquinamento dei mari che sono sempre più una pattumiera a cielo aperto, una risorsa, un bene comune, che l’imbecillità umana non si cura di preservare e proteggere.  I rifiuti chimici che oggi, e non solo oggi, visto che la questione va avanti da decenni,  continuano ad essere sversati in mare, in modo fraudolento o del tutto  legale, si fa per dire ovviamente, stanno avvelenando il pianeta, i mari, gli oceani, che poi rappresentano la parte più estesa del globo.

A parte gli sversamenti illegali, quelli fatti in maniera consapevole contro tutte le regole, vi son anche quelli che molte aziende fanno senza esserne a conoscenza, perché semmai vi sono gli impianti di depurazione che non funzionano, o che sono mal gestiti, e che quindi non svolgono in maniera corretta il lavoro per cui sono stati progettati e realizzati. E tutti ne facciamo le spese, a partire anche dai tonni e dai pesce spada che sono i primi organismi viventi a rimanere contaminati e poi, per la legge che regola la catena alimentare, ecco che il mercurio al pari anche di qualche altro metallo pesante, arriva anche sulle nostre tavole, per finire poi nel nostro organismo.

FragolePer questo motivo si consiglia di non mangiare tonno o pesce spada freschi più di 2 volte al mese, perché altrimenti  la contaminazione potrebbe raggiungere livelli preoccupanti. Per fortuna che lì dove non arriva l’uomo, o meglio, li dove arriva l’insipienza dell’uomo che si disinteressa completamente della salute del pianeta e quindi della sua stessa salute, arriva la natura che ci mette a disposizione degli alimenti che consentono in un certo senso di smaltirlo in maniera efficace, in sostanza alimenti depurativi che ci liberano di quel metallo pesante tanto pericoloso per la salute di tutti noi.



Una recente ricerca condotta da Mike Adams, del Natural News Forensic Food Labs, ha messo in luce l’importanza di alcuni alimenti  dotati di questi poteri  depurativi, in particolare per il mercurio, ed ha stilato una classifica che mette in evidenza appunto quali tra questi alimenti è più efficace e quale lo è in maniera minore. Questi alimenti hanno la caratteristica, durante il metabolismo, di legarsi ai metalli pesanti e quindi non solo al mercurio di cui stiamo parlando, riuscendo così ad eliminarli in maniera del tutto naturale, come del resto avviene per qualsiasi altra scoria prodotta  dall’organismo, caratteristica quindi molto importante e da non sottovalutare se si vogliono evitare problemi.

Ovviamente, di questo potrebbero anche disinteressarsi i vegetariani e i vegani, visto che la loro alimentazione non prevede carne e nemmeno pesce, tuttavia, come detto in precedenza, questi alimenti ci liberano anche da altri metalli pesanti che potrebbero essere presenti anche nella verdura e negli ortaggiesposti alla contaminazione da inquinamento atmosferico. Tra gli alimenti presi in esame dalla ricerca, circa un migliaio, le fragole sono risultate essere tra gli alimenti più efficaci, quelli che meglio e più di altri riescono ad

Lamponi

Lamponi

eliminare il mercurio e altri metalli pesanti dall’organismo. Qui di seguito la classifica anche con percentuale di efficacia.

Chlorella: 99 %; Proteine della canapa: 98 %; Burro di arachidi: 96 % (grazie alla sua vischiosità); Fragole : 95 %; Foglie di Coriandolo: 95 %; Lamponi : 92 %; Cacao in polvere : 91 %; Erba di grano: 90 %; Granola di cocco e cereali : 89 %; Erba d’orzo : 89 %; Bacche di Acai : 88%; Farina di frumento : 86 %; Mirtilli : 83 %; Mango : 73 %; Senape : 72 %; Succo d’arancia : 54%; Riso integrale : 53 %; Barbabietole : 20 %.

Leggi anche

Seguici