Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Modellare il corpo e sciogliere il grasso senza dolore, la Criolipolisi

Questo metodo è l’ideale per tutti quei soggetti che non necessitano di riduzioni di grasso rilevanti.

di Daniele Lisi

28 Marzo 2014





CrioliposiModellare il corpo e sciogliere il grasso senza dolore, la Criolipolisi la nuova tecnica per eliminare, in maniera efficace e non invasiva, il grasso localizzato. L’inverno si avvia a lasciare il posto alla primavera, con le giornate che cominceranno via via ad essere sempre più calde, complice anche una maggiore insolazione e l’avvento anche dell’ora legale che non farà che far allungare ancor più le giornate. E si sa, quando questo avviene, si comincia a respirare aria d’estate, anche se oggettivamente mancano ancora alcuni mesi prima del suo arrivo, e quindi si comincia a pensare con un certo timore alla fatidica prova costume, un esame che molte donne, ma anche un certo numero di maschietti, vedono con un certa apprensione.

Ecco quindi che si comincia, inevitabilmente, a pensare come fare per eliminare quei chili di troppo, così come si cominciano a guardare con sospetto quei punti in cui il grasso ha pensato bene di posizionarsi. E allora, oltre alle solite diete che si comincia a rispolverare o a cercare con insistenza in rete, si pensa anche a qualcosa di più mirato, qualcosa in grado di eliminare quel filo o più di grasso localizzato che per molti è fonte di sicuro imbarazzo, di fastidio. Oggi viene in soccorso una nuova tecnica, la crioliposi, che come lo stesso nome suggerisce, si avvale anche del freddo, tecnica non invasiva, niente affatto dolorosa, e quindi in grado di risolvere il problema.

CrioliposiIl metodo, verificato e certificato dalla FDA americana, è in grado di rimodellare il corpo eliminando il grasso cutaneo raffreddando i tessuti e distruggendo le cellule adipose, quelle che tanti grattacapi danno a diverse persone. Il metodo, che si avvale di un sistema di controllo estremamente sofisticato tramite apparecchiature informatiche, proprio per la sua complessità e accuratezza, deve essere utilizzato solo da personale medico altamente qualificato. Si tratta infatti di un metodo equiparabile ad un qualsiasi intervento di chirurgia plastica, anche se vi differisce per il fatto di non essere invasivo e, quindi, assolutamente sicuro ed efficace.



Sarà quindi  lo specialista di chirurgia plastica a valutare, dopo una attenta valutazione del paziente che, come del resto previsto da qualsiasi intervento, prevede anche una attenta anamnesi del paziente stesso, le zone da trattare, redigendo quindi una tabella di marcia e una mappa delle parti del corpo da sottoporre al trattamento. La durata del trattamento è di circa 45 minuti per ciascuna zona da trattare e consiste in una blanda suzione della cute posta tra due elementi raffreddanti, così da distruggere le cellule adipose sottocutanee. In definitiva, il trattamento non è invasivo ed è anche assolutamente indolore.

Ovviamente un trattamento completo richiederà una serie di interventi, per cui i tempi possono anche essere abbastanza lunghi. In tutti i casi molto dipende dal numero delle zone da trattare che, si ricorda, non devono essere interessate da depositi eccessivamente consistenti  di grasso. Non si tratta di una liposuzione, ma di qualcosa di ben diverso, visto che il grasso eliminato è per lo più quello sottocutaneo. Solitamente, con due trattamenti, si riesce ad ottenere anche il 40% di riduzione del grasso sottocutaneo che, cosa importante, sarà permanente, a condizione ovviamente di adottare e quindi mantenere un corretto regime alimentare, quindi non necessariamente una dieta.

La riduzione del grasso e il modellamento delle zone trattate non sarà immediato, ma avrà inizio dopo circa Crioliposi20-30 giorni e proseguirà ininterrottamente per circa due mesi, dopo di che, se necessario, è possibile ripetere un nuovo trattamento. Questo metodo è l’ideale per tutti quei soggetti che non necessitano di riduzioni di grasso rilevanti e, soprattutto, per coloro che non vogliono sottoporsi a metodi invasivi che, in tutti i casi, come qualsiasi intervento, possono anche riservare qualche sorpresa non prevista.

Leggi anche

Seguici