Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Dormire di più fa Dimagrire, contrasta il Diabete ed altri malanni

Una ricerca americana ha dimostrato che, dormendo più a lungo, è possibile perdere anche fino a 1 chilo di peso corporeo a settimana.

di Daniele Lisi

21 Marzo 2014





DormireDormire di più fa Dimagrire, contrasta il Diabete ed altri malanni. A questa conclusione è giunta una ricerca condotta dal dott. David Repoport, direttore dello Sleep Desorder Center Department of medicine presso l’Università di New York. La ricerca in questione si è avvalsa della collaborazione volontaria di 300 soggetti divisi in due gruppi. Ad uno è stato imposto di dormire più del solito, mentre al secondo di ridurre le ore di sonno rispetto al normale e alla fine, dopo un periodo di osservazione di due settimane, si è potuto constatare che i soggetti che dormivano più a lungo avevano fatto registrare una riduzione del peso di circa 900 grammi, mentre per quelli che avevano dormito meno, il risultato era stato esattamente l’opposto.

Quindi è lecito affermare, sempre basandosi sui risultati della ricerca, che dormendo più a lungo è possibile perdere circa 1 chilo a settimana, che certamente non è un valore trascurabile, visto che equivalgono a circa 4 chili al mese. La ricerca sembrerebbe dare il colpo di grazia a chi asserisce che per perdere peso è necessario fare attività fisica con una certa costanza, quindi sudore e impegno, ma se vogliamo non è proprio così, perché alla fine, anche se si perdono chili dormendo di più, è sempre necessario mantenersi in forma per essere sempre tonici e reattivi, e non solo.

DimagrireSecondo il dott. Repoport i motivi che determinano la perdita di peso se si dorme più a  lungo del solito vanno ricercati nell’equilibrio del metabolismo che viene in un certo senso condizionato dall’alternarsi e soprattutto dalla durata dei periodi di veglia/sonno e luce/buio. Per la precisione è l’assetto ormonale il vero protagonista in quanto, quando si modificano le proprie abitudini, si finisce con l’alterare, in un senso o nell’altro a seconda se si dorme di più o di meno,  la produzione di determinati ormoni quali cortisolo, melatonina, grelina e leptina, finendo quindi con l’aumentare o diminuire di peso a seconda della produzione dei suddetti ormoni.



Inoltre, sempre secondo l’autore della ricerca, la carenza di sonno finisce con l’incidere significativamente sulla glicemia in quanto, incrementando la resistenza all’insulina, si finisce con il gettare le basi per la comparsa del diabete, condizione che porta con sé una serie di problemi di non poco conto. Ecco quindi che dormire di più conviene, perché oltre a perdere peso senza accorgersene, si  da una mano all’organismo. Ovviamente è necessario creare anche i presupporti per cerare di dormire bene e, soprattutto più a lungo, per cui è bene coricarsi sempre alla stessa ora, non assumere eccitanti, tipo caffè o tè nelle ore immediatamente prima di coricarsi, non tenere accesa la televisione in camera da letto perché un programma o un film di aione potrebbero favorire la produzione di adrenalina che non farebbe che ritardare il sonno.

Inoltre è sempre bene mantenere la camera da letto al buio, quindi munendo le finestre o il balcone di imposte adatte o, in mancanza, di tendaggi  tali da non consentire il passaggio della luce esterna, soprattutto poi se la camera da letto ha le finestre che affacciano su di una strada dove è presente l’illuminazione stradale. Insomma, è necessario adottare tutte le cautele per fare in modo di poter contare sulle ore di sonno  necessarie, quindi Dormire bene e a lungoanche cercare di mantenere una temperatura tale che non determini una condizione di fastidio, quindi caldo o freddo, a seconda  dei periodi dell’anno.

E l’attività fisica a questo punto è possibile mandarla in soffitta? Certamente no, perché questa non serve solo a far perdere peso, ma è indispensabile anche per poter godere di una buona forma fisica in quanto aiuta a regolare il colesterolo, previene l’ipertensione, favorisce la produzione di vitamina D, riduce lo stress, e tanto altro ancora.

Leggi anche

Seguici